venerdì 31 ottobre 2008

SI FA TIMBRARE CARTELLINO, CASSAZIONE 'LICENZIAMENTO LEGITTIMO'

ROMA - Per la Cassazione è legittimo licenziare un dipendente che si fa timbrare il cartellino marcatempo da un collega, perché questo comportamento lede il "vincolo fiduciario" che intercorre con il datore di lavoro. Così la Suprema corte (sentenza n.26239 della sezione lavoro) ha confermato il licenziamento disciplinare nei confronti di una impiegata di una casa di cura privata torinese, Cristina C., che si faceva timbrare il badge da Gisella, un'altra dipendente di 'Villa Iris'.

Sia in primo che in secondo grado, i giudici di Torino, con verdetto del 15 maggio 2003 e del 18 luglio 2005, avevano respinto il reclamo di Cristina, che riteneva sproporzionata la sanzione della perdita del posto di lavoro. Ora anche i giudici della Cassazione hanno bocciato il reclamo della lavoratrice, che sosteneva che il suo comportamento poteva essere punito con una sanzione minore, rispondendole che, a prescindere dal danno
patrimoniale causato o meno a 'Villa Iris', con la falsa timbratura, si era comunque rotto il "vincolo fiduciario" e la 'punizione' adottata era "congrua a fronte della gravità dell'addebito".

Continua a leggere...

martedì 28 ottobre 2008

AC DC ? NUOVO VIDEO IN EXCEL !




Il video di «Rock 'n' Roll Train» è il primo della storia del rock ad essere realizzato su un foglio di calcolo Excel

Lo sfondo è quello di Excel, pane quotidiano per molti manager, impiegati e studenti. Al posto di numeri e grafici però ci sono immagini in movimento e schitarrate a tutto volume. No, non si tratta di un virus che sta infettando i computer. È soltanto il nuovo video degli Ac/Dc, il primo della storia del rock realizzato su un foglio di calcolo. Un file con la classica estensione .xls che si può scaricare dal sito ufficiale della band. Le note sono quelle di «Rock 'n' Roll Train», primo singolo estratto da «Black Ice», l’album che segna il ritorno sulle scene della band australiana dopo otto anni di silenzio. La «Highway to Hell» cantata dagli Ac/Dc nel 1980 diventa così «Highway to Excel» con una trovata che tra blog e forum sta riscuotendo il consenso dei fan.


IL CODICE ASCII - La tecnica utilizzata per la realizzazione del video è la cosiddetta «Ascii Art». Consiste nel creare figure combinando i 95 caratteri del codice Ascii. Il risultato? Sono i fratelli Angus e Malcom Young che suonano mentre sullo sfondo scorrono i binari del treno. Chi non riuscisse a vedere le immagini (funziona soltanto con il software del pacchetto Office e occorre abilitare le Macro) può rifarsi con il video su YouTube. Un passo avanti notevole per un gruppo che fino a oggi è riuscito a vendere milioni di copie ignorando praticamente l’esistenza della Rete. Soltanto negli Usa la band ha venduto negli ultimi 5 anni più di 1,3 milioni di cd. Non male considerata la situazione del mercato discografico e soprattutto il fatto che dal 2000 i rocker australiani non pubblicavano nuovi brani. Il catalogo degli Ac/Dc, come faceva notare il New York Times qualche settimana fa, è uno dei pochi a non essere ancora stato riproposto in mp3.

DOPPIO SOLD OUT - E ancora per molto, stando ai desideri del gruppo, soltanto sugli scaffali dei vecchi negozi di dischi si potrà trovare, per esempio, «Back in black», il quarto album più venduto nella storia americana. Con il nuovo lavoro Angus e Malcom Young, rispettivamente 53 e 55 anni, e il cantante Brian Johnson, 61, tornano a suonare in giro per il mondo. Inizialmente in Italia era prevista soltanto una data, giovedì 19 marzo al DatchForum di Assago. Gli oltre 10mila biglietti sono andati esauriti in soli 50 minuti. Probabilmente non c’è stato bisogno di Excel per capire che bisognava aggiungere un’altra data. Si replica così sabato 21 marzo, sempre a Milano. Ma anche questo concerto è già sold out. (corriere.it)

Continua a leggere...

lunedì 27 ottobre 2008

MORTO IL REGISTA DI GOLA PROFONDA

WASHINGTON - Il regista di origine italiana Gerard Rocco Damiano, autore del famoso film porno 'Gola Profonda', e' morto in Florida all'eta' di 79 anni per le complicazioni seguite ad un infarto. Si era ritirato da tempo dall'attivita' dopo avere firmato una cinquantina di film a luci rosse. Ma Damiano sara' sempre ricordato come il regista di 'Gola Profonda', un film girato nel 1972 in una settimana, con Linda Lovelace nel ruolo di protagonista, al costo di 25 mila dollari.


La pellicola era diventata un fenomeno mondiale: il primo film a luci rosse proiettato nei cinema regolari, recensito dal New York Times, visto da decine di milioni di persone, realizzando incassi globali per oltre 600 milioni di dollari. Il titolo del film, Gola Profonda, un riferimento al luogo insolito dove si trovava il punto di piacere sessuale della protagonista, era entrato nella linguaggio comune diventando una miniera d'oro per i comici televisivi, da Johnny Carson a Bob Hope.

Una popolarita' accresciuta dall'uso fatto del nomignolo 'Gola Profonda' dai reporters Bob Woodward e Carl Bernstein, durante la inchiesta sul Watergate, per indicare la loro fonte piu' segreta e preziosa (identificata solo pochi anni fa come il vice-direttore dell'Fbi William Mark Felt). Il successo di pubblico di 'Gola Profonda' fu accompagnato da grandi polemiche: il film venne bandito in numerosi stati Usa, divenne un bersaglio dei gruppi religiosi (che organizzarono falo' pubblici della pellicola) mentre il protagonista maschile Harry Reems, nel ruolo del dottore che scopre la peculiarita' anatomica della protagonista, subi' una serie di processi.

Linda Lovelace, nata come Linda Susan Boreman (era stato proprio Damiano a suggerire il nome d'arte), aveva denunciato in una autobiografia intitolata 'Odissea' di essere stata costretta dal marito Chuck Traynor, con la minaccia di una pistola, a girare il film pornografico, diventato poi un emblema della rivoluzione sessuale degli anni '70.

Il regista Damiano, un parrucchiere passato al porno, aveva diretto successivamente almeno una cinquantina di altre pellicole a luci rosse - compresi altri classici come 'Il Diavolo in Miss Jones' - senza pero' mai ripetere l'enorme successo di 'Gola Profonda'. Nel mondo dei film a luci rosse Damiano si era comunque distinto per il suo tentativo di dare una trama ed una struttura alle pellicole di un genere dove spesso le sequenze sessuali sono presentate senza troppa preoccupazione per la logica della storia. Il personaggio di Damiano era stato ripreso con successo da Burt Reynolds nel film 'Boogie Nights - L'altra Hollywood' dove interpretava un regista porno che sognava anche il riconoscimento artistico.di Cristiano Del Riccio

Continua a leggere...

domenica 26 ottobre 2008

BANKITALIA: BENESSERE GARANTITO SE VERRA' ALZATA L'ETA' DELLA PENSIONE

ROMA - La ricetta è semplice: "lavorare di più, in più e più a lungo". Perché allungare l'età pensionabile e aumentare la produttività del lavoro sono le uniche vie percorribili per "il mantenimento e l'espansione del livello di vita raggiunto nel nostro paese". L'appello arriva dal vice direttore generale di Bankitalia, Ignazio Visco, che sottolinea come nel lungo periodo l'invecchiamento della popolazione costringerà a ritoccare nuovamente al rialzo l'età in cui si entra in pensione.

"E' necessario sfruttare appieno i margini ancora inutilizzati dell'offerta di lavoro, in particolare nella componente femminile, e quelli che, per l'allungamento della speranza di vita ed il miglioramento delle condizioni di salute in età più avanzate, si renderanno disponibili in futuro, rimuovendo ad esempio vincoli quali quello di un'età di pensionamento prefissata e costante nel tempo". Adesso è fondamentale "agire se si vuole evitare che il nostro Paese non riesca a mantenere negli anni futuri l'attuale livello di benessere economico e si allontani dai livelli di reddito delle economie oggi simili alla nostra". L'azione deve muoversi su due direttive: migliorare la qualità dei fattori produttivi, lavoro e capitale, e aumentarne l'efficienza, la produttività.

Due campi in cui "l'Italia è da tempo in ritardo rispetto agli altri paesi industrializzati". Va male la costruzione della qualità, soprattutto di quella umana. In primo luogo, "la qualità dell'istruzione fornita dal nostro sistema scolastico è inadeguata", ha spiegato Visco, e "il livello medio di istruzione della popolazione è ancora basso, in quantità e in qualità, e inferiore a quello di quasi tutte le economie avanzate". Ma "anche il rendimento dell'istruzione è relativamente basso nel confronto internazionale".

- SCUOLA E' UNA PRIORITA', INCENTIVARE INSEGNANTI: per Visco é quindi necessario mettere mano a scuola e università con "interventi importanti". Vanno "rivisti gli incentivi che guidano l'apprendimento come l'attività di insegnamento, va apprezzato e compensato il merito, è necessaria una migliore valutazione dei programmi, dei metodi e dei risultati". Non va certo meglio sul fronte della produttività: in primo luogo, ha ricordato Visco, negli ultimi dieci anni la produttività totale dei fattori ha ristagnato a fronte di una crescita media annua attorno all'1% negli altri principali paesi europei e all'1,5% negli Stati Uniti. "Una parte significativa di questo ritardo - ha spiegato - può essere ricondotta ai vincoli al corretto funzionamento dei mercati", all'eccesso "di regolamentazione e all'introduzione di barriere all'entrata o di misure volte a proteggere le quote di mercato delle imprese esistenti". E se l'Italia ha fatto passi avanti rispetto alla fine dello scorso decennio, quando il nostro paese aveva "il più alto livello di regolamentazione in senso anti-competitivo" fra i paesi sviluppati, "esistono margini per ulteriori miglioramenti".

Continua a leggere...

sabato 25 ottobre 2008

Uccisi familiari di Jennifer Hudson attrice premio Oscar

Rapito il nipotino, polizia sospetta del cognato della star

(ANSA) - NEW YORK, 25 OTT - La madre ed il fratello dell'attrice Jennifer Hudson sono stati uccisi a Chicago, mentre il nipotino e' stato rapito. La polizia sospetta del cognato dell'attrice, che sarebbe 'armato e pericoloso'. Il dramma si e' consumato nella casa di Darnell Donerson, la mamma dell'attrice premio Oscar nel 2007. La donna, 57 anni, e' stata uccisa con un colpo di pistola alla testa; il fratello di Jennifer, Jason, di 29 anni, era in camera da letto, colpito al petto.

Continua a leggere...

venerdì 24 ottobre 2008

Dopo 17 anni tornano i Guns 'n' Roses


NEW YORK - Per milioni di fan l'attesa è finita, dopo 17 anni: il 23 novembre prossimo esce il nuovo album dei Guns n' Roses, "Chinese Democracy", la cui realizzazione, secondo indiscrezioni, è costata oltre 13 milioni di dollari.

L'etichetta Geffen, che detiene i diritti della band, e la catena di negozi Best Buy hanno confermato le voci insistenti di uscita del disco, che sarà disponibile dal mese prossimo sia online che nelle filiali della catena.

14 CANZONI - «La pubblicazione di questo album segna un momento storico nella storia del rock n' roll», hanno dichiarato i manager del gruppo, Irvin Azoff e Andy Gould. L'album prodotto da Axl Rose - l'unico componente della band rimasto nel gruppo - e da Caram Costanzo, conterrà 14 canzoni, ma solo tre di queste non sono mai state eseguite "live" prima d'ora nè distribuite su internet. Eccezionali anche le spese di realizzazione: secondo un servizio del New York Times del 2005, i costi erano lievitati già tre anni fa a 13 milioni di dollari. Non a caso la frase "Chinese Democracy" ha iniziato a identificare tra i giovani una idea folle e senza fine. Il mese scorso si era avuto un assaggio dell'album con la canzone «Shackler's revenge», apparsa nel videogioco «Rock band 2», e «If the World», inserita nei titoli di coda del film «Body of lies».

Fonte: corriere.it

Continua a leggere...

mercoledì 22 ottobre 2008

Facebook mania


ROMA - Un clic e si diventa amici, si ritrovano ex compagni di scuola, oppure antiche fiamme. E sui comincia a condividere pezzi di vita, foto e video. Per sentirsi meno soli.

E' la Facebookmania, una passione in rapido aumento anche in Italia: gli ultimi dati parlano di 1 milione 369 mila utenti italiani (su 132 milioni nel mondo), con un incremento di visitatori del 961% in un anno ( del +135% degli iscritti). «E' una febbre che contagiato in particolare la fascia tra i 30 e i 40 anni, e non a caso: questo mondo virtuale è infatti vissuto come un antidoto al senso di vuoto e alla solitudine, che in questa fase della vita, fitta di bilanci, contagia anche i cosiddetti vincenti» commenta Paola Vinciguerra, presidente di Eurodap (Associazione europea disturbi da attacchi di panico) e direttore dell'Uiap (Unità operativa attacchi di panico) alla Clinica Paideia di Roma.


IL RADUNO ITALIANO - Se infatti il sito è nato richiamandosi - anche nel nome - agli album fotografici che le università americane pubblicano a inizio anno accademico per ritrovare amici perduti, oggi i nostalgici a caccia degli ex compagni di classe sono solo uno dei tanti profili dei facebook-maniaci: ci sono i «troppo soli», gli insoddisfatti, quelli con l'alter ego, quelli che lo fanno per farsi pubblicità, i cuori infranti e, naturalmente, i latin lover virtuali. A testimoniare la passione per questo colorato mondo online c'è anche un incontro organizzato per mercoledì 22 a Milano, alla discoteca Limelight, per riunire la Facebook community lombarda. Ma stando agli esperti, il crescente scambio di messaggi, foto e contatti possono essere anche la cartina di tornasole di un disagio sempre più diffuso. «L'enorme sviluppo di Facebook è anche spia di un grosso problema di solitudine - diagnostica la Vinciguerra , analizzando il fenomeno con l'Adnkronos salute - Abbiamo costruito la nostra vita su un'immagine capace, vincente, superorganizzata. Ma a 30-40 anni, che gli obiettivi che c'eravamo posti siano stati raggiunti o meno, si fa strada un senso di vuoto, perchè più che l'essere abbiamo curato l'apparire».

«COLOSSALE ILLUSIONE» - Così finiamo per ricercare quelli che sono sentiti come «rapporti veri: i compagni di scuola, gli amici di tante estati al mare, i ragazzi del cortile. Quelli a cui davamo e ricevevamo sostegno e comprensione sinceri. Oggi nel mondo reale recitiamo un po' tutti - avverte la Vinciguerra - ma in passato non era così». «Facebook permette a tante persone di pensare di essere importanti, solo perchè hanno decine e decine di amici virtualì, ma purtroppo si tratta spesso solo di una colossale illusione», sostiene Tonino Cantelmi, psichiatra e psicoterapeuta, docente di psichiatria dell'Università Gregoriana di Roma, e fra i primi a occuparsi del problema delle tecno-dipendenze in Italia. «Occhio però, perchè dimenticano che resterà per sempre traccia sul web del cumulo di menzogne o banalità narcisistiche che si immette nella rete», avverte Cantelmi. E spesso le menzogne vengono al pettine, come è già accaduto nel caso di coppie in cui uno dei due si presenta single sul sito, e l'altro lo scopre. «Si è disperatamente in cerca di una realtà diversa, anche sentimentalmente, così si altera la verità», dice la Vinciguerra.

GLI IDENTIKIT DEI «FACEBOOKMANIACI» - Ecco, secondo gli esperti, l'identikit dei popolo di Internet contagiato dalla Facebookmania.

1) I nostalgici: Si emozionano alla vista delle foto dei compagni di classe delle medie o del liceo. Cercano gli amici del passato per vedere come sono invecchiati, e commentano i bei tempi andati. Una nostalgia per i vecchi tempi che, di fatto, è un rimpianto per i rapporti veri e perduti, per un'infanzia e un'adolescenza ormai lontana e mitizzata.

2) I latin lover virtuali : Dichiaratamente a caccia di nuovi potenziali partner, ma anche di ex piacenti e disponibili. Spesso celano una relazione (se l'hanno) e rimpinzano il proprio profilo e gli album con foto sexy o interessanti, a volte ritoccate. In genere accumulano decine e decine di amici dell'altro sesso, con i quali fanno i misteriosi. «Ma alla fine si tratta di persone sole o profondamente infelici con il partner, che ricorrono a cumuli di banalità narcisistiche per rendersi interessanti», spiega Cantelmi.

3) I cuori infranti: Prostrati dall'ultima relazione, in corso o finita, sono a caccia degli antichi amori, mitizzano i ricordi. Hanno l'impressione di essersi persi per strada qualcosa di vero. «In questo caso l'insoddisfazione e la solitudine vanno a braccetto - spiega la Vinciguerra - e si cerca di darsi un'altra chance» grazie alla rete.

4)Gli insoddisfatti: Infelici anche se hanno una famiglia e dei figli, spesso sono donne. Non trovano spazio per il sogno, il romanticismo e quel pizzico di avventura, che finiscono per cercare su Facebook.

5) Quelli della pubblicità: Sono più o meno famosi, politici, campioni dello sport, attori. Ricorrono a Facebook in modo strumentale, per farsi mega-spot gratuiti.

6) Quelli con l'ater ego: Dai 400 burloni che si sono presentati nei panni del calciatore Francesco Totti, ai tanti Giulio Cesare o Maria Antonietta, a quelli che pubblicano foto diverse o ritoccano la descrizione vantando titoli ed esperienze di fantasia. Soli e in cerca di contatti, si mettono una maschera per ottenere attenzioni e credibilità nel mondo virtuale.
(fonte: corriere.it)

Continua a leggere...

LA MAMMA DI VENERDI': NON LO CHIAMERO' MAI GREGORIO

ROMA - ''Per noi si chiama e si chiamera' sempre Venerdi', che e' un nome bellissimo''. Mara Ortu e' ''dispiaciuta e amareggiata'' per la sentenza della Cassazione che conferma la scelta dei giudici di Genova e le impone di chiamare il figlio Gregorio Magno invece che Venerdi'. ''Mannaggia'' risponde alla richiesta di un commento, poi spiega: ''siamo andati fino in Cassazione perche' eravamo convinti che cambiando citta' si potesse vincere questa causa, molti avvocati ci davano ragione, e' incredibile che questa storia finisca cosi''.


Lei e il marito Diego continueranno a chiamare il bambino Venerdi', ma Mara non vorrebbe arrendersi neppure ora che l' ultimo giudizio e' stato negativo: ''vorrei che ci fosse una autorita' ancora superiore a cui rivolgerci - spiega - ma mi rendo conto che non e' possibile''. ''Guardi, sono veramente amareggiata - spiega ancora -, ci tenevo veramente a vincere questa causa perche' non e' giusto non potere scegliere il nome per il proprio figlio, non e' giusto che lo Stato possa imporre un nome. Dire che Venerdi' e' un nome ridicolo e' inoltre offensivo, anzi la ritengo una discriminazione. Io e mio marito eravamo indecisi tra Venerdi' e Mercoledi', non pensavamo certo a 'Robinson Crusoe', il libro di Daniel Defoe, dove il personaggio di Venerdi' e' ritenuto comunque positivo da molti studiosi''.

Anche il papa' di Venerdi' e' amareggiato: ''cosa devo dire, non mi aspettavo che finisse cosi' - dice Diego -, non e' giusto''. Nel bar Dodo di Genova Nervi, che gestisce con il marito, Mara e' ormai assediata dai cronisti che le chiedono commenti e intanto giocano con Venerdi', che ha due anni (e' nato il 3 settembre del 2006) ed e' un bel bimbo con i capelli lunghi e biondi e gli occhi verdi.

Venerdi' ride e chiama ''mamma, mammma'', poi corre da papa' e gli salta in braccio: ''ciao'' dice al telefono, ma ora non gli va di pronunciare il suo nome, si intimidisce come tutti i bimbi della sua eta'. Ride ancora, poi scende a terra e salta in braccio alla mamma. Che non riesce proprio a togliersi di dosso l'amarezza: ''Quando annunciavo il suo nome, all'inizio diversi amici rimanevano perplessi - ricorda Mara - poi ci hanno fatto l' abitudine e oggi mi incitano a resistere. Mi dicono Mara non puoi piu' cambiargli nome''. La donna lancia al marito uno sguardo d'intesa. Lui la prende in giro perche' sta dicendo a tutti che Venerdi' e' stupendo e simpaticissimo: ''cosa deve dire una madre?''. Poi sottovoce: ''se arriva il secondo si chiamera' Mercoledi', magari l'impiegata dell'anagrafe questa volta non ci fa caso, nessuno se ne accorge e noi viviamo in pace''.

Continua a leggere...

martedì 21 ottobre 2008

'LOST' POTREBBE DIVENTARE UN FILM

LOS ANGELES - Lost potrebbe presto diventare un film. J.J. Abrams, il creatore e produttore esecutivo della celebre serie televisiva (giunta ormai alla sua quarta stagione) in un'intervista per Mtv News ha infatti lasciato intendere che il telefilm potrebbe essere adattato per realizzare un lungometraggio cinematografico.

"Abbiamo deciso di concludere Lost con la sesta serie, - ha raccontato Abrams - ma non escludiamo una versione per il grande schermo. Anzi, se sapremo sviluppare la sceneggiatura giusta, il progetto andrà in porto: ci vuole una storia nuova e in parte indipendente dallo show tv". Lost racconta le avventure di un gruppo di sopravvissuti a un disastro aereo persi su un'isola misteriosa ed è interpretato da Matthew Fox, Dominic Monaghan, Evangeline Lilly e Josh Halloway. La quinta stagione andrà in onda negli Stati Uniti a partire dal gennaio 2009

Continua a leggere...

lunedì 20 ottobre 2008

PLAGIO:IL RE E ZUCCHERO

Per scoprire quello che dico clicca su PLAGIO

Continua a leggere...

GNARI & GNARE DELLE PANCHE OTTOBRE

Oggi il ginecologo ci ha detto che va tutto bene e che un maschio..sciao a tutti

Continua a leggere...

domenica 19 ottobre 2008

Patagonia: Storm Jacket 'ecologica'

Capo e' realizzato in poliestere riciclato
(ANSA) - ROMA, 17 OTT - Il marchio Patagonia lancia la Storm Jacket, giacca ecocompatibile realizzata in materiale riciclabile e che percio' puo' essere riciclata. E' fatta con poliestere riciclato ed e' riciclabile grazie al Common Threads Recycling Program. Vestire ecologicamente, sapendo di essere in sintonia con l'ambiente, e' da sempre la mission di Patagonia, che utilizza materiali ecocompatibili, come il pile, ottenuto da bottiglie di plastica riciclate, o il cotone biologico, coltivato senza usare pesticidi.

Continua a leggere...

martedì 14 ottobre 2008

Devi scordarti di me



Anche a voi "sta canzone ha veramente scassato 'u cazz" ?

:)

Continua a leggere...

VICENDA MASO: CONCESSA LA SEMILIBERTA'

MILANO - Il tribunale di sorveglianza di Milano ha concesso la semiliberta' a Pietro Maso, condannato a 30 anni per aver ucciso nel '91 i genitori. Maso, detenuto nel carcere milanese di Opera, all'epoca dell'omicidio, commesso con l'aiuto di tre amici, aveva 19 anni. Fu condannato a 30 anni a Verona, nel febbraio 1992, condanna poi confermata in Appello e in Cassazione.


Maso e' uscito dal carcere per un permesso premio, il secondo, a Pasqua del 2007. Il primo risale all'ottobre 2006. Il duplice omicidio venne denunciato da Pietro, che aveva sostenuto di aver fatto la scoperta al ritorno a casa dalla discoteca, trovando i corpi dei genitori distesi in una pozza di sangue vicino ad una scala interna della casa. I coniugi Maso, Antonio e Rosa, erano stati uccisi con bastonate alla testa, e in un primo tempo si era pensato al tragico esito di una rapina.

Dopo tre giorni di interrogatori, Pietro e i suoi tre amici, Giorgio Carbonin, Paolo Cavazza, con il diciasettenne B.D., avevano ceduto e confessato. Il delitto era stato architettato appunto perche' Maso potesse ottenere l'eredita', cosi' da mantenere quello stile di vita e di consumi che lo aveva fatto emergere tra gli amici del paese. Dalle indagini era emerso che Pietro aveva pensato anche ad eliminare le sue due sorelle, per essere l'erede di tutte le sostanze paterne.

Continua a leggere...

lunedì 13 ottobre 2008

MICHAEL HUTCHENCE degli INXS

Jim Morrison australiano per eccellenza.....Michael Hutchence degli INXS. Nasce a Sydney, il 22 gennaio 1960. All’età di 4 anni si trasferisce con la famiglia a Hong Kong. Fin dall’infanzia comincia a esibirsi come cantante di canzoni per bambini. Nel 1972 gli Hutchence tornano a Sydney; a scuola, Michael incontra Andrew Farriss, con cui fa amicizia. Insieme ai fratelli (Tim e Jon Farriss) e Kirk Pengilly formano i Farriss Brothers, che cominciano a esibirsi nei pub. Nel 1980 cambiano nome in INXS, e nel 1982 si procurano un contratto, grazie al quale incidono il primo album "Shabooh Shoobah". La forza trainante del gruppo da subito risulta il cantante, “animale da palcoscenico” che ricorda il carisma di Mick Jagger e Jim Morrison. Il gruppo ottiene un discreto seguito internazionale, ma quando nel 1986 Michael fa il suo debutto cinematografico in “Dogs in space”, il grande successo deve ancora arrivare. Arriva con “Kick”, del 1987: un best-seller in tutto il mondo. ”.

Dopo un tour lungo ma gratificante, Michael incide un album intitolato “Max Q” con il musicista e produttore Ollie Olsen; il disco rimane tuttavia a lungo nei cassetti della casa discografica. Nel 1989, dopo aver vestito i panni di Percy Bysshe Shelley nel film "Frankenstein unbound", diretto da Roger Corman. All’inizio degli anni ’90 Hutchence comincia a incarnare altri aspetti della tipica popstar: fa parlare di sé per i suoi eccessi e per le relazioni con Kylie Minogue prima, e con Paula Yates (già moglie di Bob Geldof) poi. Nel 1995, a fronte di un successo stabile con gli INXS (ma lontano dai fasti di “Kick”), comincia a incidere con Andy Gill (Gang of Four) il suo primo, vero disco solista. Dopo la pubblicazione di “Elegantly wasted” degli INXS nella primavera 1997, nel gennaio 1998 viene trovato morto, strangolato da una cintura, probabilmente in seguito a un “gioco erotico

Continua a leggere...

venerdì 10 ottobre 2008

PLAGIO Giusy Ferreri Non ti scordar mai di me 2008 Alter Bridge Coming home 2007


Sentite queste due canzoni e poi ditemi se non si assomigliano.....Ahh tiziano ferro la sentita l'anno scorso e poi copia e incolla...ciao


PLAGIO

Continua a leggere...

IN RUSSIA ALCI UBRIACHE IN AUTOSTRADA, UN MORTO

MOSCA - Alci ubriache sono entrate in autostrada vicino a Mosca e sono state travolte dalle auto, causando un morto e alcuni feriti. A causare lo stato di ebbrezza degli animali sono stati i frutti di cui le alci si nutrono, che in questo periodo dell'anno sono già maturi, cadono dagli alberi e fermentano sul terreno. Lo riferisce l'agenzia russa online Newsru.com.

A Briekovo, a sud della capitale russa, un'alce si è introdotta di corsa in autostrada ed è stata investita da due auto. Fortunatamente non c'é stata nessuna tragica conseguenza né per i passeggeri delle autovetture né per l'animale, che dopo l'impatto si è subito rialzato ed ha continuato la sua corsa. "E' sbucato così all'improvviso che non ho avuto il tempo di frenare, mi ha sfondato il parabrezza ed è scappato", ha detto Alexander, autista di una delle due vetture coinvolte nell'incidente.

A Iegoriskoe, sempre vicino Mosca, un'altra alce ha investito un'auto, ma, questa volta, le conseguenze sono state molto più gravi: nello scontro il mezzo si è infatti ribaltato, uccidendo un passeggero e ferendo gravemente il guidatore. Anche l'alce è morta sul colpo.

Continua a leggere...

giovedì 9 ottobre 2008

Disastro Vajont - 45 anni dopo.





Vajont è il nome del torrente che scorre nella valle di Erto e Casso per confluire nel Piave, davanti a Longarone e a Castellavazzo, in provincia di Belluno (Italia).

La storia di queste comunità venne sconvolta dalla costruzione della diga del Vajont, che determinò la frana del monte Toc nel lago artificiale. La sera del 9 ottobre 1963 si elevò un immane ondata, che seminò ovunque morte e desolazione.


La stima più attendibile è, a tutt'oggi, di 1910 vittime.

Sono stati commessi tre fondamentali errori umani che hanno portato alla strage: l'aver costruito la diga in una valle non idonea sotto il profilo geologico; l'aver innalzato la quota del lago artificiale oltre i margini di sicurezza; il non aver dato l'allarme la sera del 9 ottobre per attivare l'evacuazione in massa delle popolazioni residenti nelle zone a rischio di inondazione.


Fu aperta un'inchiesta giudiziaria. Il processo venne celebrato nelle sue tre fasi dal 25 novembre 1968 al 25 marzo 1971 e si concluse con il riconoscimento di responsabilità penale per la previdibilità di inondazione e di frana e per gli omicidi colposi plurimi.


Ora Longarone ed i paesi colpiti sono stati ricostruiti.

La zona in cui si è verificato l'evento catastrofico continua a parlare alla coscienza di quanti la visitano attraverso la lezione, quanto mai attuale, che da esso si può apprendere.

dal sito: www.vajont.net

Continua a leggere...

Crisi delle banche...











Continua a leggere...

lunedì 6 ottobre 2008

PROFONDO ROSSO PER BORSE, "DA LEADER UE MISURE ANTICRISI"

ROMA - "Tutti i dirigenti dell'Unione europea dichiarano che ognuno di loro prenderà tutte le misure necessarie per assicurare la stabilità del sistema finanziario". Lo ha dichiarato Nicolas Sarkozy, presidente francese e in esercizio dell' Unione europea.

Il Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi in una dichiarazione diffusa da Palazzo Chigi aveva infatti annunciato: "Tutti i leader dell'Unione Europea rendono noto che ciascuno di loro prenderà qualunque misura sia necessaria per mantenere la stabilità del sistema finanziario - sia attraverso l'immissione di liquidità tramite le Banche Centrali, sia mediante azioni mirate su singole banche, sia attraverso il rafforzamento degli schemi di protezione dei depositi. Continueremo ad adottare - conclude Berlusconi - le misure necessarie per proteggere il sistema affinché i singoli risparmiatori nelle nostre banche non subiscano alcuna perdita nei loro risparmi".


L'indice Dow Jones perde il 3,35% e scende sotto la soglia dei 10.000 punti per la prima volta da ottobre 2004 (a 9.979,0 punti).

BORSE EUROPA PEGGIOR CALO DAL 1987 - Le Borse europee si trovano a fronteggiare la loro peggior seduta dal 1987. L'indice paneuropeo Dj Stoxx 600 cede il 7% mentre, tra i singoli mercati, Londra perde il 5,99% e Francoforte il 5,57%.

MILANO: MIBTEL AFFONDA -8%, S&P/MIB AI MINIMI STORICI - Affonda Piazza Affari in scia alle Borse europee con il Mibtel in calo dell'8,26% a 17.973 punti e lo S&P/Mib l'8,61% a 23.681 punti. Per l'indice S&P/Mib è il peggior calo da quando è stato istituito, nel settembre 2004, dopo che é ora è sceso sotto quota 24 mila punti. L'indice che raccoglie i maggiori titoli di Piazza Affari scivola ai minimi storici, cedendo il 9,17% a 23.535 punti.

EURO SOTTO 1,35 DOLLARI, A MINIMI DA AGOSTO 2007- L'euro è in picchiata: le quotazioni della divisa unica sono scese sotto gli 1,35 dollari per la prima volta dall'agosto del 2007. Lo scrive la Bloomberg.

UNICREDIT: PESANTE IN BORSA DOPO PIANO ANTI-CRISI
Unicredit tenta il recupero in Piazza Affari tra una sospensione e l'altra. Il titolo, che ora viene ripetutamente congelato al rialzo, segna una flessione del 2,63% e riagguanta la soglia psicologica dei 3 euro. Fra gli operatori circolano voci su un possibile addio di Profumo, ma a pesare potrebbe essere anche il tentativo di un allineamento al prezzo di sottoscrizione dell'aumento di capitale da 3 miliardi (6,6 il piano complessivo), individuato dall'istituto a quota 3,08 euro (chiusura venerdì).

HYPO RE AFFONDA A FRANCOFORTE (-34%)
Affondano le quotazioni di Hypo Real Estate alla Borsa di Francoforte. Il colosso dei mutui tedesco, salvato in queste ore dal Governo di Berlino con una mossa varata dal cancelliere Angela Merkel da 50 miliardi di euro, vede il titolo precipitare del 34% a quota 4,89 euro. In fase d'apertura il titolo aveva fatto registrare un tonfo del 50 per cento. Hypo Re è la seconda banca tedesca nel campo dei mutui immobiliari e commerciali con attività per 400 miliardi.

BUNDESBANK GARANTISCE PRESTITO 35 MLD A HYPO RE
La Bundesbank ha comunicato di aver dato le sue garanzie sul finanziamento da 35 miliardi di euro a favore della banca Hypo Re, nell' ambito del nuovo piano di salvataggio dell' istituto. La garanzia servirà a coprire le esigenze di liquidità della banca sul breve termine. Il prestito durerà fino alla fine di ottobre, è stato precisato. Le garanzie apposte dalla banca centrale tedesca fanno riferimento alla 'tranche' di finanziamento pari a 35 miliardi ad opera dello Stato, cui andranno ad aggiungersi in base al nuovo piano 15 miliardi erogati dal settore finanziario. Il totale dell'intervento è così di 50 miliardi, come precisato ieri; il nuovo piano ha sostituito il precedente, che valeva in tutto 35 miliardi.



PROFUMO: CRISI SOTTOVALUTATA

"Cambiamenti significativi" sul mercato dopo il crac Lehman, "una crisi che non ha precedenti" dal '29, e che impone ''un maggior bisogno di capitale per il sistema bancario", ma anche "errori di valutazione". Questo il quadro presentato dall'ad di Unicredit, Alessandro Profumo, per spiegare l'aumento di capitale da 6,6 miliardi di euro annunciato nella notte. La Borsa ha reagito con durezza e il titolo è entrato agli scambi con un tonfo del 13,4% a 2,6 euro. Più che la ricapitalizzazione, sul mercato sembra pesare la revisione al ribasso delle stime a fine anno (da 0,52 a 0,39 euro per azione) e un'incertezza sulla capacità del management di gestire la situazione: "I manager stessi - ha detto un operatore - sembra non sappiano cosa fare, visto che fino a venerdì smentivano di avere allo studio aumenti di capitale". "Siamo e continuiamo a essere una banca molto solida", ha detto Profumo nel corso di una conferenza telefonica con la comunità finanziaria. "Chiaramente abbiamo sottovalutato le condizioni del mercato", ha concesso. "Abbiamo un trend operativo buono e credo che questo sia importante", ha comunque aggiunto. Il quadro impone però grande prudenza: "E' impossibile prevedere se l'utile per azione diluito al 2010" sarà in linea con i target, ha detto. "E' difficile dire se ci sarà un'ulteriore deterioramento della situazione o i mercati si riprenderanno".

Unicredit, è emerso intanto, segna solo nel terzo trimestre svalutazioni per 700 milioni di euro nelle attività di investment banking, 500 dei quali rispetto a strumenti abs (sono titoli garantiti da attività). Tra gli attivi che il gruppo intende dismettere per rafforzare il patrimonio (l'obiettivo è di un ratio 'core tier 1' al 6,7% per fine anno) figura prevedibilmente anche la quota in Generali, legata a un bond convertibile in scadenza a dicembre. Sul pacchetto, ha spiegato Profumo, "non c'é alcun hedging (copertura dal rischio, ndr)". Il prezzo di esercizio del bond è a 25,43 euro, rispetto a un valore in Borsa in questo momento di Generali a 21,98 (-3,38%). L'ad Unicredit ha poi anche fornito qualche dettaglio sulla tempistica dell'operazione annunciata ieri. L'assemblea degli azionisti è attesa a metà novembre e l'emissione dei titoli legati all'aumento di capitale prevista tra dicembre e gennaio. Un analista finanziario ha anche chiesto a Profumo come mai il gruppo abbia smentito fino all'ultimo ipotesi di aumento di capitale, ricordando che è stato ad esempio negato dal deputy ceo Paolo Fiorentino in un'intervista pubblicata solo venerdì. L'ad ha così ribadito che il gruppo non ci stava lavorando: Il consiglio di amministrazione è stato convocato venerdì notte - ha detto - con l'intenzione di dare un forte segnale lunedì mattina a clienti, dipendenti e azionisti".


SVEZIA E DANIMARCA GARANTISCONO DEPOSITI BANCHE
Anche la Svezia e la Danimarca corrono ai ripari contro la crisi dei mutui, con garanzie dei depositi bancari studiate per evitare una fuga del risparmio dagli istituti di credito. La Svezia ha annunciato stamani una garanzia sui depositi bancari fino a 500.000 corone (circa 51.100 euro) a persona, raddoppiando il margine di copertura abituale, per far fronte alla crisi internazionale. Una misura "destinata a fare in modo che i risparmiatori continuino ad aver fiducia nel sistema bancario", hanno detto in una nota congiunta il ministro delle Finanze Anders Borg e il responsabile per i mercati, Mats Odell, secondo quanto riporta la France Presse. La Danimarca ha invece stretto un accordo con le banche commerciali, che finanzieranno un fondo per garantire tutti i depositi. Le banche commerciali - secondo quanto riporta la Bloomberg - forniranno 6,4 milioni di dollari nei prossimi due anni per costituire un fondo che assicurerà i titolari di conti correnti contro le perdite: una somma pari al 2% del prodotto interno lordo che però non graverà sulle tasche dei contribuenti.

Continua a leggere...

sabato 4 ottobre 2008

LEGAORCEANA 2008/2009

Commenti,inchieste tutto per voi ogni Martedi

Continua a leggere...

FANTACALCIO DI CONIOLO 2008/2009

Commenti,inchieste tutto per voi ogni Martedi

Continua a leggere...

UNA BUONA NOTIZIA O.J. SIMPSON CONDANNATO PER RAPINA, RISCHIA L'ERGASTOLO

LAS VEGAS - Si conoscerà il 9 dicembre la sentenza per l'ex campione di football americano O.J. Simpson riconosciuto colpevole oggi di sequestro di persona e rapina a mano armata. Giudicato colpevole dal Tribunale di Las Vegas di tutti e 12 i capi di imputazione, rischia l'ergastolo.

L'ex campione è stato arrestato subito dopo la lettura del verdetto che ha ascoltato con aria rassegnata. E' invece apparso sopraffatto dall'emozione quando gli sono state messe le manette. Nel tribunale di Las Vegas erano presenti anche alcuni membri della sua famiglia che hanno assistito in lacrime all'arresto.

impson è stato ritenuto colpevole di tutte le accuse nel processo a Las Vegas per rapina e sequestro di persona in un hotel casinò della città. E' accusato di aver fatto irruzione il 13 settembre 2007 in una suite dell'hotel per razziare alcuni articoli sportivi che, a suo dire, gli appartenevano. Simpson ha sempre detto di non sapere che i complici erano armati.

Il verdetto di colpevolezza è giunto nel 13/o anniversario della fine del processo nel quale O.J.Simpson fu assolto dall'accusa di avere ucciso sua moglie Nicole Brown Simpson e il suo amico Ronald Goldman.Speriamo che sia la volta buona..

Continua a leggere...

venerdì 3 ottobre 2008

Ragazze della chat!



Direttamente da Zelig Checco Zalone e Vanessa (chat)

Dedicato a chi si fa coinvolgere troppo dalle chat! :)

Continua a leggere...

giovedì 2 ottobre 2008

Per sorridere un po'




Oggi vedo le cose in modo diverso...
Qui intorno a me, colori e contorni indefiniti
e tutto sembra etereo, pulito...

È un giorno nuovo, questo
in cui il pane sembra legno
le arance palle da booling
il gatto un gomitolo di lana...

Se non trovo quei maledetti occhiali, stamattina sono rovinato!


******
Nel mondo la povertà aumenta di continuo, ma domani il sole sorgerà ancora.
Nel mondo, le guerre mietono vittime, ma domani il sole sorgerà ancora.
Nel mondo, la fame di ricchezza distrugge ogni cosa, ma domani il sole sorgerà ancora.
Nel mondo...

certo che il sole se ne sbatte i coglioni di quel che accade nel mondo!


******


Vedo un camoscio
e gli stambecchi saltare
un'aquila vola in alto
e le marmotte zampettano circospette...

Amore sei sicura che di qui si va a Rimini?


******

A quella festa c'erano uomini ricchi e famosi.
Eppure, tu guardavi me.
A quella festa c'erano uomini belli e focosi.
Eppure, tu guardavi me.
A quella festa c'erano uomini giovani e radiosi.
Eppure, tu guardavi me.

Una volta che mi capita una gnocca, è strabica!


******

Ieri sera ti ho cercato tanto...
ho provato ovunque...
ma niente...
di te non c'era traccia...
sono andato a letto senza di te...
mi sentivo nudo...
e il vento passava sul mio corpo...
facendomi provare brividi di freddo...

ma dove eri finito? ...Pigiama di merda.

******

Amore, non ne hai mai abbastanza...
sono le tre e mi dici spingi;
sono le quattro e mi dici spingi spingi;
sono le cinque e mi dici spingi spingi spingi;
non ce la faccio più...
tre ore di altalena sono una gran rottura di coglioni.

******

Donna! Ho bisogno di te.
Donna! Fammi felice.
Donna! Ti aspetto a mani aperte.
Donna! Fammi realizzare il mio sogno.
Donna! Ho quasi tutto.
Donna! Manchi solo tu.
Donna! Se arrivi... faccio Scala Reale!


******

Mi è bastato vederti da lontano... per capire quanto era grande la tua bellezza;
mi è bastato vederti da lontano... per capire quanto ti avevo già desiderata;
mi è bastato vederti da lontano... per capire da quanto tempo ti avevo aspettata.

Mi è bastato vederti da vicino... per capire... minchia, da lontano non ci vedo proprio più un cazzo!

Continua a leggere...

Aperitivi d'Italia


Da me in Friuli Venezia Giulia, ma anche in Veneto, c'è l'usanza dell'aperitivo prima dei pasti soprattutto quando si è in giro a folleggiare e a divertirsi con gli amici.
Si va dal classico gingerino, all'acqua tonica, ma l'aperitivo per eccellenza qui da noi è lo Spritz.

In cosa consiste vi chiederete?
bè...in pratica è un terzo di bicchiere di aperol, un terzo di prosecco e acqua frizzante (nella foto potete vedere il classico Spritz-time made in Home, tenutosi nel mio appartamentino pochi giorni fa!...^^
lo spritz assume di solito quel colore rossastro!!^^)

Comunque...volevo chiedervi...
da voi qual è l'aperitivo caratteristico?
e voi siete amanti di questo genere di pre-pasto?

Io mi diverto molto...soprattutto se fatto in casa...
oppure quando ci si ritrova al solito bar e si beve in compagnia degli amici mentre si decide e organizza la serata!!!

un bacio a tutti!!

Continua a leggere...