giovedì 29 dicembre 2011

Tokyo Species


Nel 1995 uscì nei cinema Species, uno Sci-fi Horror che ottenne al tempo un discreto successo, tanto da convincere i produttori a realizzare ben tre sequel, quasi tutti destinati al mercato Home Video. Il film ci mostrava l'alieno non come un mostro spaventoso, bensì come una sexy predatrice di uomini, una sorta di mantide religiosa proveniente dallo spazio profondo. Ricapitoliamo quindi: aliena, sesso, horror. Ecco ora immaginatevi questi elementi portati all'eccesso in uno Sci-fi splatter giapponese, sostituite l'extraterrestre con una scolaretta in gonnella, abbassate il budget quasi allo zero...ed avrete il film di Nozomu Sasaki: Tokyo Species.

Michiko è una studentessa che un giorno decide di togliersi la vita. Il suo corpo viene però usato come guscio da un parassita alieno, che da quel momento in poi girerà per la città a darla ad ogni essere umano di sesso maschile, una pratica molto comune anche qui sulla Terra. Per fortuna non tutti gli extraterrestri hanno un'indole malvagia: quello che possiede Mayumi, ad esempio, è così affezionato al genere umano da impegnarsi personalmente a fermare i piani di Michiko.

Pessima CGI, assurdità a profusione e una sequenza delle uova aliene che è già Cult del ribrezzo fanno di questo Tokyo Species un potenziale candidato ai So Bad it's so Good di SC del prossimo anno.

La pellicola uscirà per il mercato Home Video giapponese il 3 Febbraio 2012.//www.splattercontainer.com/

Continua a leggere...

mercoledì 28 dicembre 2011

Sylvester Stallone : Bullet to the Head:

Una nuova foto, per un Sylvester Stallone sempre più tirato a lucido ed esplicitamente in gran forma. Novità in casa Bullet to the Head, action che vedrà il mitico Sly assoluto protagonista.

Diretto da Walter Hill, e con Jason Momoa, Christian Slater, Sarah Shahi e Jon Seda al fianco di Sly, il film torna a mostrarsi attraverso una nuova foto ufficiale, dopo la prima vista settimane fa. Adattamento cinematografico della graphic novel di Alexis Nolent, Bullet to the Head uscirà il 13 aprile nei cinema americani.

Al centro della trama due improbabili alleati, ovvero un poliziotto di New York e un killer di New Orleans, decisi a vendicare la morte dei rispettivi partner, eliminati da un corrotto procuratore distrettuale. Anche se decisamente diversi, i due proveranno a vendicarsi fermando il pericoloso procuratore, tra le altre cose al centro di una grossa truffa a scapito dei quartieri più poveri di New Orleans, colpiti dall’uragano Katrina.cineblog.it

Continua a leggere...

Nurse 3D horror a tinte porno

Non ha ancora una data di uscita ma a giudicare dall’immagine di lancio non farà fatica a trovarne una a breve. Prima immagine per Nurse 3D, film diretto da Douglas Aarniokoski, autore di Paura e delirio a Las Vegas, Spy Kids e Resident Evil : Extinction, e sceneggiato da David Loughery.

Protagonista assoluta la bellissima Paz De La Huerta, vista nella serie Boardwalk Empire, qui immortalata nuda e completamente ricoperta di sangue nella prima immagine della pellicola. Al centro di Nurse 3D, che sarà ovviamente un horror, un’infermiera diligente pronta a punire come meglio crede gli uomini disonesti. Una specie di ‘Saw’ in versione sexy, senza Jigsaw ma con una bambolona da urlo.

Poco altro si sa sulla trama, per un titolo che arriverà in sala con il marchio Lionsgate.cineblog.it

Continua a leggere...

domenica 25 dicembre 2011

Installare Nginx con PHP 5.3 su Ubuntu Lucid Lynx (10.04)

ginx si sta configurando sempre più chiaramente come una valida alternativa ad Apache: sembra infatti che, benchmark alla mano, Nginx risulti molto più leggero e performante del famoso rivale che spesso e volentieri soffre di memory leak i quali possono causare un consumo di memoria piuttosto “imbarazzate”. Se poi Nginx viene utilizzato in abbinamento con PHP FPM (FastCGI Process Manager), una versione di PHP ottimizzata per siti a traffico elevato, allora la differenza con la classica configurazione Apache+PHP diventa sensibile!

Mentre tempo fa l’installazione di Nginx era piuttosto articolata in quanto richiedeva anche la compilazione di alcuni moduli, è ora finalmente possibile installare questo potente http server in abbinamento con PHP FPM in maniera molto veloce utilizzando il classico comando apt-get.

In particolare vedremo di seguito i passi necessari per installare Nginx e PHP FPM su Ubuntu Lucid Lynx:

1. Partiamo subito con l’installazione di Nginx:

sudo apt-get install nginx

2. Quindi modifichiamo il file di configurazione di default:

sudo vim /etc/nginx/sites-available/default

inserendo il seguente contenuto:

server {
listen 80;
server_name localhost;
access_log /var/log/nginx/localhost.access.log;
## Default location
location / {
root /var/www;
index index.php;
}
## Images and static content is treated different
location ~* ^.+.(jpg|jpeg|gif|css|png|js|ico|xml)$ {
access_log off;
expires 30d;
root /var/www;
}
## Parse all .php file in the /var/www directory
location ~ .php$ {
fastcgi_split_path_info ^(.+\.php)(.*)$;
fastcgi_pass backend;
fastcgi_index index.php;
fastcgi_param SCRIPT_FILENAME /var/www$fastcgi_script_name;
include fastcgi_params;
fastcgi_param QUERY_STRING $query_string;
fastcgi_param REQUEST_METHOD $request_method;
fastcgi_param CONTENT_TYPE $content_type;
fastcgi_param CONTENT_LENGTH $content_length;
fastcgi_intercept_errors on;
fastcgi_ignore_client_abort off;
fastcgi_connect_timeout 60;
fastcgi_send_timeout 180;
fastcgi_read_timeout 180;
fastcgi_buffer_size 128k;
fastcgi_buffers 4 256k;
fastcgi_busy_buffers_size 256k;
fastcgi_temp_file_write_size 256k;
}
## Disable viewing .htaccess & .htpassword
location ~ /\.ht {
deny all;
}
}
upstream backend {
server 127.0.0.1:9000;
}

3. Prima di installare PHP effettuate l’update:

sudo apt-get update

4. Quindi procedete con il seguente comando per installare PHP:

sudo apt-get install php5-cli php5-common php5-suhosin

5. Per installare PHP-FPM è necessario aggiungere prima un repository esterno. Lanciate in sequenza i seguenti comandi:

add-apt-repository ppa:brianmercer/php

sudo apt-get update && sudo apt-get install php5-fpm php5-cgi

6. Ora riavviate Nginx per assicurarvi che tutte le nuove configurazioni vengano ricaricate:

sudo /etc/init.d/nginx restart

7. Se doveste modificare il php.ini ricordatevi di riavviare sempre anche PHP-FPM:

sudo /etc/init.d/php5-fpm restart

8. Per testare il funzionamento della configurazione create in /var/www il file index.php con il seguente contenuto:



Quindi utilizzando un browser provate ad accedere alla root del nuovo web server: se la procedura è andata a buon fine vedrete la classica pagina informativa di PHP

Continua a leggere...

domenica 18 dicembre 2011

2000 maniacs

Immaginate di gironzolare in auto nelle polverose ed isolate strade del Sud degli States. Sulla via per Atlanta trovate una deviazione che sicuramente non immaginate sia stata creata ad hoc da due buontemponi e andate a finire in una cittadina dove, l'intera popolazione di 2000 anime, vi festeggia ed invita a celebrare il centenario di chissachè, offrendovi vitto ed alloggio di lusso. Difficile che ci si lasci scappare un'occasione del genere come è improbabile intuire che i volti sorridenti di questi villici un pò zotici ed invadenti nascondano un desiderio schizoide di vendetta verso un antico evento di sangue.

Questa era l'idea del produttore Dave Friedman e del regista Herschell Gordon Lewis quando, dopo aver visto la commedia teatrale "Brigadoon", ne immaginarono una versione sanguinolenta come le mitiche bistecche del barbecue tanto amato a Pleasant Valley, il villaggio del film. Ed era solo il 1964, subito dopo che Lewis aveva inventato il gore con Blood Feast, quando il regista di Pittsburgh decise di calcare ancora di più la mano su questa che oggi sarebbe annoverata nel filone delle splatter-comedies per la sua aria grottesca e surreale. L'amenità di 2000 Maniacs si rivela proprio con il cinico e nerissimo sense of humor dei folli del titolo, i quali si adoperano nelle maniere più fantasiose a massacrare i malcapitati yankees con una rozzezza e perversione assolutamente esilaranti. Fantastiche, in tal senso, le interpretazioni di tutti i characters, dall'unto sindaco Buckman ai vari rednecks assetati di sangue, su cui spiccano le bocce della playmate Connie Mason (già starring in Blood Feast) e Billy (il piccolo Vincent Santo), deus ex machina della situazione, il cui vernacolo sudista è tanto strampalato quanto i suoi passantempi con cappio e gattini. Il finale sovrannaturale, ideale spiegone anche un pò inutile, risente dell'influenza delle serie come Twilight Zone, che riscuotevano successo anche allora. Di lì a qualche anno, con l'esperienza del Vietnam e la "Texas Chainsaw Massacre Revolution", l'America non avrebbe mai più avuto bisogno di spiegare la ferocia sanguinaria dell'uomo. Indimenticabile la delirante colonna sonora country.splattercontainer

Continua a leggere...

AMICI 11 puntata sabato 17 Dicembre 2011

AMICI 11 puntata sabato 17 Dicembre 2011Nuovo speciale di Amici, che quest’anno sta macinando ascolti di tutto rispetto. Si parte con la presentazione di Natale a Cortina, il nuovo lungometraggio cultural filosofico di Christian De Sica. Dopo una prima mezz’ora di rivisitazione della Critica della Ragion Pratica, i protagonisti si trovano ad affrontare un percorso di crescita umana in un fiorire di metafore storiche e attuali che si intrecciano tra il serio e il faceto arricchite dalla colonna sonora di Giovanni Allevi. Il cast artistico dà un assaggio del proprio talento di fronte al pubblico della scuola, dopodiché Maria manda la pubblicità. Ottimo inizio!

Si comincia con la sfida a squadre. Entra in studio Mauro Coretti, l’interprete di Platinette, che entra in studio travolgendo tutti con la sua prorompente simpatia. Si apre alle 14.23 il combattutissimo televoto per la sfida a squadre.

Prima Prova: Giuseppe (BLU) vs Daniele (VERDE) nel passo a due di Garrison. Comincia il ballerino blu: anche grazie alla sua evidente virilità, Giuseppe convince il pubblico che lo acclama per la sua bravura. Anche Daniele fa una bella prova: aiutato dalla sua notevole altezza trasmette una sensazione di sicurezza alla ballerina professionista. A Garrison è piaciuto più di Giuseppe, il suo giudizio non è aprioristico, ma anzi basato sui suoi anni di carriera. L’inizio di puntata, comunque, è iper adrenalinico fino a questo momento.

Il televoto vede momentaneamente in testa i Blu, al secondo posto i Verdi e al terzo i Gialli.

Seconda Prova: Carlo (GIALLO) vs Gerardo (BLU) su un brano proposto dalla discografica di successo Mara Maionchi. Platinette si complimenta con Carlo, giudicato “sensibile”. Molto bravo Carlo, che in questa settimana si è dedicato completamente allo studio dei brani accantonando le polemiche e i litigi, ma è Gerardo che ruba la scena. Le trentadue stecche non diminuiscono certo la portata del suo talento e della sua esibizione. Con il suo consueto puntiglio, Mauro sottolinea qualche errore, ma Mara difende, com’è giusto che sia, il suo cantante.

Al televoto Blu davanti ai Gialli, i Verdi sono scivolati in terza posizione. Continua lo scambio sussurrato d’opinioni tra Mara e Mauro, ma su tutto traspare il rispetto reciproco per le idee altrui.

Terza Prova: Josè (GIALLO) vs Francesca (BLU) in un nuovo commovente passo a due. L’italianissimo Josè riesce a portare a termine il balletto nonostante una leggera scivolata a metà, che il ballerino giallo riesce a camuffare con abilità. Bravissima anche Francesca.Quarta Prova: Pamela (VERDE) vs Claudia (BLU) cantano “Piece of my heart”. Pamela decide con sportività di dedicare il brano all’avversaria. Entrambe eccezionali, difficile davvero schierarsi a favore di una o dell’altra, sono tutti così bravi in quella scuola. Mara sottolinea la grinta della sua artista.

Quinta Prova: Yunieska (GIALLA) vs Nunzio (VERDE), in un altro (ma non ci stuferemmo mai di vederli, da quanto sono originali) passo a due. Alessandra Celentano, solitamente buona e comprensiva, riconosce degli errori nell’esibizione di Yunieska. La stessa insegnante premia Nunzio, “dallo spirito più giusto”.

Sesta Prova: Lorenzo (GIALLO). Si tratta della prova bonus vinta in settimana nella sfida contro Lidia. Lorenzo canta “Poster” di Baglioni. Il ragazzo, che vanta un viso fresco e giovanile, è superlativo. Forse una delle esibizioni più belle della storia dei talent show.

Alle 15.07 viene chiuso il televoto. C’è una punizione per una leggerezza da niente dei ragazzi della scuola. Alcuni hanno fumato nei bagni e quindi subiranno una punizione. Sono intransigenti in quella scuola, si sa. Inoltre Grazia ha assegnato una canzone a Gerardo, giudicato inadeguato, per metterlo alla prova. Mara Maionchi difende Gerardo, ma il cantante blu deve comunque esibirsi con “Smoke gets in your eyes”. Parte la base, ma Gerardo al posto di cantare si limita ad una frase sentitissima “a volte capire è più difficile di amare”. Bravissimo, un poeta e un genio. Gerardo dice di avere degli ideali nella vita che vuole seguire. Come dargli torto? È un artista. Grazia decide però di mettere Gerardo in sfida. Tutti i gialli tranne Lorenzo, parte dei Blu sono d'accordo con la sua messa in sfida. A Carlo, invece, non interessa.
Mara Maionchi propone una sfida più moderna: mettere su iTunes i suoi inediti insieme alle esibizioni degli altri per vedere chi è il più scaricato. Geniale, come abbiam potuto non pensarci prima? Ci sarà un motivo se la sua casa discografica fa faville sul mercato dopotutto! A tutti piace l'idea, sarà così il pubblico a decidere della loro sorte, com'è giusto che sia. La parola d'ordine è meritocrazia. Gerardo torna a posto strisciando per terra, un'evidente metafora dell'inquietudine interiore che non riesce ad esprimere nella scuola.

Risultato del televoto. Vince la SQUADRA BLU col 46%, seconda la GIALLA col 33%, PERDE LA VERDE COL 21%.. Ma meritavano tutti. Linea alla brava Silvia Toffanin e all'emozionante Verissimo.




Ah, ero ironico.
realityhouse

Continua a leggere...

venerdì 16 dicembre 2011

X factor5 quinta puntata giovedi 15-12-2011

X factor5 quinta puntata 15-12-2011 giovedi Si comincia con una delle puntate, sulla carta, più attese. Sul palco sono stati dimenticati strumenti, pezzi di ferro e carcasse di animale. Uno ad uno, i quattro giudici arrivano per prendersi i loro applausi. Chi più, chi meno.
Si parte coi Subsonica (ah erano per loro gli strumenti?) che fanno il loro rumore su una cover di Battiato. Morgan, per la prima volta, non critica la loro discografia e le loro famiglie, probabilmente perché siamo di fronte a vendite ancora più basse delle sue.

Ricordiamo il meccanismo della doppia eliminazione: i tre meno votati andranno ad un nuovo televoto che decreterà il primo eliminato, poi gli altri due andranno al consueto ballottaggio. Manche unica, in quest’ordine: Jessica, I Moderni, Valerio, Antonella, Francesca, Vincenzo, Nicole e Claudio. Televoto aperto alle 21.27.

Jessica canta “Sally” di Vasco Rossi. Inizio con qualche tentennamento, ma il brano le si addice e questo “vomito della Bertè post sbornia” la rende particolarmente credibile. E attraente agli occhi di Morgan. Il rischio è quello di diventare troppo caricaturale, ma per ora funziona.

I Moderni cantano “Fuck you” di Cee Lo Green. Il problema dei Moderni sono i fratelli. Togliete Celeste e togliete Ciccio Cresta e rendetelo un duo. A tratti strazianti e a tratti ascoltabili, vengono criticati da Arisa per la gestualità un po’ volgare. Ma perché? Solo perché hanno concluso la canzone con un “ma vai a fare in cù”? Morgan non si è offeso, e, anzi, regala un biberon gigante ad Elio. Elio decide di sfottere Morgan “attaccando” il gruppo, insultandoli e salendo sul gruppo per picchiarli. Una frecciatina, proprio.

Accanto a Luca Tommassini (“bla bla ho tolto i ballerini e le coreografie bla bla bla sono bravissimo ecc.”) c’è Fiona May. Un salto di qualità rispetto alle scorse puntate.

Valerio canta “Un bimbo sul leone” di Adriano Celentano. Dopo i tre quarti d’ora di preambolo sulla canzone rivediamo la strategia di Morgan che ha permesso al ragazzo di non andare al ballottaggio. Elio in settimana gli ha dato del “magliaro” e dice di reputare il tutto “vergognoso”. Ecco, se può servire a riaccendere il suo interesse su X Factor ben venga. Morgan viene fischiato dal pubblico e se la prende; poi si dice un po’ deluso. “L’hai comunque fatta meglio di come mi aspettassi”, conclude. Figurarsi cosa si aspettava.

Dopo 7 interminabili minuti di pubblicità, si torna in diretta ma è tutto nero. Cattelan va avanti a parlare come se niente fosse e lancia un video sulle prove di Morgan con gli Under Uomini. Al ritorno Morgan regala ad Elio “il Pinocchio di Carmelo Bene”, che secondo Cattelan è un film. Esistono altri teatri oltre a quello della Luna, sai?

Antonella canta “Missing” degli Everything but the girl. Un genere nuovo insomma. Curiosa la scelta dell’abito, un gilet di diamanti strofinati col brillantante della lavastoviglie. Sempre brava, ma forse ora dovrebbe fare un passo in avanti per non risultare sempre uguale. Morgan pur di criticarla inventa dei “boo” del pubblico che probabilmente sono frutto dei suoi suffumigi. Antonella ha ricevuto un tweet in settimana dalla cantante degli Everything but the girl. Che voleva mandarle un messaggio ma s’è sbagliata, non indaghiamo oltre.

Francesca canta “Confusa e felice” della Consoli. Nonostante l’inquietante versione di lei mixata a una psyco-rana di Futurama, Francesca porta a casa una delle migliori esibizioni finora. L’italiano la valorizza molto di più. Arisa l’ha trovata “sgonfietta” nella prima parte. Lei ed Elio vorrebbero sentirla sul rock, ma la Ventura s’infuria: “li ha già fatti i Led Zeppeliiiiin”. D’altronde per lei i Red Hot Chili Peppers sono rock, sicché.

Vincenzo canta “Time” degli Alan Parson Project. Che dire di lui? Che è durato pure troppo? Che piuttosto che sentire lui altre puntate seguirei da groupie il tour de Le 5? Vestito come gli ospiti degli anni ’60 da Conti il venerdì, il finto giovane sente i giudizi scocciati dei giudici e ci lascia. Nicole canta “Io non lascio traccia” dei Negramaro. Nicole è influenzatissima e la cosa potrebbe incidere sulla sua performance, ci dice nella scheda. Nicole si presenta con un mantello rosso e dimostra che neanche i bacillo cocchi possono qualcosa contro il suo talento. Eccezionale pure su questo pezzo difficile, con una sola imprecisione sulla metrica verso il finale. Morgan, tra il serio e il faceto, consiglia My heart will go on o una Dion in generale. Eppure sì, sarebbe meravigliosa anche lì.

Claudio canta “Una poesia anche per te” di Elisa. Un incrocio tra la Madonna di Lourdes e Madonna Ciccone nel ledwall, ma sull’esibizione che vuoi dire? La sua voce graffiata valorizza una canzone “debole” della Toffoli, la giuria lo apprezza in modo compatto e unanime.

Prima di procedere con il ballottaggio c’è Raphael Gualazzi e la sua nuova “zuccherino dolce”. Alle 23.03, dopo il video riepilogo, viene chiuso il televoto.
Siamo al verdetto. Si salvano: Nicole, Antonella, i Moderni, Jessica e Francesca. AL BALLOTTAGGIO CLAUDIO, VALERIO E VINCENZO..

Si apre alle 23.10 il televoto in negativo per chi eliminare tra i tre. Morgan fa mea culpa, “io ho una responsabilità, gli chiedo di perdonarmi”.
Il primo a cantare è Valerio, con “Labirinth” di Elisa. Ma è morta e la stiamo celebrando o che?
A seguire c’è Vincenzo con “Anna e Marco”. Se la sento ancora una volta ne incido una mia versione.
Chiude il ballottaggio Claudio con “Se stasera sono qui”. Arisa è già sull’orlo delle lacrime.
Alle 23.28 viene chiuso il televoto.

Si salva… VINCENZO. Il quinto eliminato di X Factor 5 è… VALERIO.

Ma non è finita, c’è ancora il ballottaggio a due. Vincenzo parte con “River” di Springsteen, Claudio risponde con “The scientist”.
30 secondi e via al voto dei giudici.
Morgan elimina CLAUDIO
Arisa elimina VINCENZO
Simona Ventura elimina CLAUDIO
Elio elimina CLAUDIO

Continua a leggere...

domenica 11 dicembre 2011

AMICI 11 puntata sabato 9 Dicembre 2011

Sesto speciale di Amici in onda quest’oggi. Solitamente a metà Dicembre abbiamo già mezzo cast del serale, ma quest’anno no, siamo innovativi e la tireremo per le lunghe.
Una vestita di trash Maria entra in studio, annunciando una puntata particolare. Di particolare non ci sarà proprio niente, se non il sempreverde Presidente dell’Ail.
Alle 14:17 sono già arrivati 30.000 euro per la Ricerca. Ed è subito pubblicità.
Torniamo, ahimè, a noi. Grazia ha chiesto che questa settimana le tre squadre fossero sottoposte al giudizio di due esperti, abbandonando quindi il televoto.
Ovviamente gli esperti saranno esterni ad Amici? Eccerto, sono Luca Dondoni per il canto e Fournial per il ballo.
Grazia, inoltre, ha chiesto il conta-errori per i suoi cantanti e per Gerardo, con cui in settimana ha avuto una diatriba. Mara si oppone e quindi Gerardo non avrà nessuna umiliazione.

1^ Sfida – CANTO – Gialli VS Verdi: Meglio Stasera è il brano in comune che le due squadre devono eseguire. Per i Gialli scende in campo Ottavio. Gli errori sono solo due e Maria gli fa i complimenti.
Per i Verdi tocca alla sempre simpatica Lidia che per l’occasione ha scelto di non lavarsi i capelli. Per Dondoni vince Ottavio. I voti che ha assegnato, però, li sapremo solo alla fine.

2^ Sfida - BALLO – Blu VS Gialli: è la volta del Cavallo di Battaglia. I Blu schierano Giuseppe, che si esibisce in un PA2 di Mia Molinari con la ballerina professionista Elena. Che non so chi sia.
Josè, per i Gialli, balla la Coda di Silvia con Anbeta. Il cigno è rimasto a casa a sto giro, fiù.
Vince Josè. 2 per i Gialli e 0 per tutti gli altri quindi. Claudia fa polemica perché i due stili di danza non possono essere paragonati. Lei mi sta dicendo che poteva schierare Francesca?

3^ Sfida - CANTO – Verdi VS Blu: per questo Cavallo di Battaglia, Valeria schiera Valeria, che canta Baciami piccina. I Blu rispondono con Francesca, che canta Someone Like You di Adele. Sopravvalutattissime entrambe, Francesca risulta imbarazzante in tutta la prima parte del brano. Vince Valeria.

Sgup: Paola Perego è ancora viva, è dietro le quinte e la facciamo entrare in studio. Voleva baciare il suo mito, Mara Maionchi.

4^ Sfida – BALLO - Gialli VS Verdi: PA2 di Grrison. Carlo per i Gialli schiera Yunieska che balla con Amilcar. Ovviamente di danza non c’è un fico secco, ma pazienza. La tipa, nel complesso, è anche abbastanza piacevole da guardare. Garry, inaspettatamente, è molto contento.
Maria confessa che quest’anno lui è “su di giri”. Tocca a Daniele per i Verdi. Con la frase di Maria “la luce dei tuoi occhi” ipotizzo che l’abbia confuso con Nunzio. Vince Yelenia, dice il giudice, anche se di poco.

5^ Sfida – CANTO - Blu VS Gialli su Eppure Sentire. I Blu, che oggi hanno proprio voglia di perdere, schierano Gerardo. Preferisco non commentarlo. Le bimbe nel pubblico urlano, comunque. Il ragazzo fa polemica con la Di Michele, Maria interviene perché “lui ha un linguaggio di ragazzo di 19 anni, quindi ti spiego quello che vuole dire”. La diatriba continua e Gerry si butta per terra perché è stanco di ascoltare la Professora. W l’educazione.
Maria rimprovera Grazia perché rimprovera Gerardo. Per i Gialli canta Carlo Alberto e facciamo partire il conta errori, che segna zero. Per Dondoni, vince Gerardo. il mondo è finito.
Seguono altre superflue polemiche. Mara VS Carlo, Carlo VS Gerardo, Maria VS Mara, ecc. tutti per dire il nulla, of course.6^ Sfida – BALLO – Verdi VS Blu: Passo a Due della Celentano. Per i Verdi balla Nunzio, quello piccolo ma ben dotato. Francesca, la divina ballerina dei Blu, balla con Amilcar. Meno precisa del solito, ma comunque passi e passi sopra tutti gli altri. Vince Nunzio, manco a dirlo.

È il momento di Alessandra Amoroso, quella che ha vinto tre anni fa Amici, ma che ora non vende più niente e quindi la invitiamo ogni settimana. Sia mai che qualche altra vincitrice la possa superare in gradimento.
Viene mandato un rvm e lei piange. Il cd si chiama Cinque passi in più e non La Corsa, perché è giusto crescere passo dopo passo. Giuro che l’hanno detto davvero.
Canta Ti aspetto.

Vince la Squadra Gialla, seconda la Squadra Verde. Perdono i Blu, quindi sì, vincevano solo perché sono belle. Salutiamo Paola Perego, alla prossima!
realityhouse.

Continua a leggere...

venerdì 9 dicembre 2011

x factor puntata8 dicembre 2011 riassunto

La puntata la aprono Morgan e Davide sulle note di “Life on Mars”. Un modo per rimpiangere ulteriormente il giovane Under Uomo eliminato prematuramente settimana scorsa tra i fumi (di rabbia, of course)
Per la prima manche ci saranno Nicole, Vincenzo, Claudio, le Cafè Margot e Francesca.

Nicole canta “Heaven” di Emily Sande. Grazie all’abile lavoro di trucco oggi la ragazza sembra addirittura aver superato lo scoglio topexan dei 14 anni e ha quella trasgressione da colei che fugge il venerdì sera dal collegio delle suore. Arisa, che sfoggia un improbabile look da Anne di Indovina chi, apprezza la sua esibizione.

Vincenzo canta Vasco Rossi. E il che, scelto da Morgan, butta un punto di domanda profondo sulla vera identità di colui che sceglie i pezzi. Vincenzo può sfoggiare al 100% la sua aria da poeta maledetto (stavolta in versione “Rocker che il sabato fa la spesa all’Esselunga”). La scenografia sul palco poco c’azzecca, ma a tutti i giudici è piaciuto. Tra l’altro su Vincenzo pesa la “maledizione del cartellone”: il cartellone con le facce dei concorrenti, presente in sala relax del loft, vede in ordine tutti gli eliminati.

Claudio, secondo Arisa, canta “ci sei scoppiato dentro gli occhi”, praticamente una partita di lenti a contatto difettosa. La canzone in realtà è “mi sei scoppiato dentro al cuore”, di Mina, già portata al successo da Mina, appunto Annalisa Scarrone. La base viene rifatta in versione Lady Gaga e la scommessa viene davvero vinta. Claudio tra l’altro ha deciso di non declinare il testo al femminile, per non cambiare il senso del brano.

Cafè Margot sul palco next. “Senza paura” di Ornella Vanoni il pezzo scelto per loro. Settimana scorsa una delle due si permise di dire alla Ventura “forse ci teme”. Non sia mai, l’ira funesta della conduttrice più amata dai rappresentanti di aspirapolveri si scatena su di loro e le accusa di essersi montate la testa. Nonostante la messinscena gridi “X Factor Chile” in ogni dove, tra vestaglie, bigodini e poltrone a forma di scarpa col tacco, le due sono bravissime. Morgan le minimizza: “una roba da gay pride, da avanspettacolo”. Elio lo clocka: “metti secondo me”.

Francesca canta un classico di Stevie Wonder rifatto dai Red Hot Chili Peppers: “Higher ground”. Secondo Arisa Francesca è “una Ferrari parcheggiata”, ma come dice Simona a Paola Folli “Arisa non capisce un *****”, sicchè. Bravissima Francesca, ma bloccata in fondo al palco. Elio la liquida con un “solita” e pensa che la tonalità fosse troppo bassa. Anche nei giudizi, le due alleanze Elio-Arisa e Morgan-Ventura sono sempre più evidenti.

Veloce video riepilogo delle esibizioni e arriva Daniele Silvestri, l’ospite supplente visto il forfait dei Maroon 5. Daniele canta con Elio, che ha lasciato la sua seggiolina per l’occasione. Dopo un duetto infinito e francamente perdibile, Cattelan chiude il televoto alle 22.19. Arriva la busta sul palco: si salvano Francesca, Vincenzo, Nicole e Claudio. CAFÈ MARGOT AL BALLOTTAGGIO.

Seconda manche con I Moderni, Jessica, Valerio e Antonella. Alle 22.32 viene riaperto il televoto.

I Moderni cantano “Back it up” di Caro Emerald. La sigletta della Wind viene letteralmente picchiata e uccisa da questo gruppo sempre più alla deriva. Terribili, non so che altro dire.Jessica canta Bertè. Sarebbe bello se Loredana la stesse seguendo, ma danno scontri in zona Rho Fiera, quindi dubito sia di fronte alla tv. Anche perché per avere una tv bisogna avere una casa, sicchè. Brava Jessica, finalmente a suo agio sul genere che più le si addice, quello in cui non si deve essere intonati. Elio e Morgan ne approfittano per litigare.

Momento-marchetta con Natale a Cortina, in cui c’è pure un cammeo di Simona Ventura. “Elio, andrai a vederlo?”. “Sono già là, anzi, se mi fate uscire prima…”.

Valerio canta “Sigarettes and Coffee” di Scialpi. Inaspettatamente bravo e inaspettatamente scollato. Per Simona è stata la migliore performance, gli altri giudici sono d’accordo, ma è Morgan a criticarlo. “Sono stato frainteso, non la volevo così, è inutile che diciate che è bella, voi non vedete l’ora che esca”. Valerio sbianca, lui ci va pesante: “non c’è stata personalità”. Soliti trucchi per fare votare i suoi, salutiamo Matteo Becucci che ci sta seguendo da casa.

Antonella chiude le danze con “Mad about you”. Alcune imprecisioni sui pezzi più alti, ma Antonella ha una presenza scenica che otto noni de cast può solo sognarsi. Anche i giudici, stavolta, trattengono l’entusiasmo. Arisa continua nell’apologia degli occhi della sua cantante.

Fine seconda manche, video riepilogo. Colleghiamoci col cubo tecnologico dell’Xtra Factor e con Novaresi e la Lodigiani. I due mandano un rwm sul solito talento incompreso e alle 23.22 viene chiuso il televoto. Prima del verdetto l’annuncio: settimana prossima ci sarà una doppia eliminazione, i 3 meno votati andranno a un ulteriore televoto e il meno votato uscirà direttamente, gli altri due andranno al voto dei giudici.

Verdetto. Salvi: Jessica, Antonella e Valerio, I MODERNI AL BALLOTTAGGIO. Sarà quindi un gruppo a lasciare la competizione stasera.

Cafè Margot vs I Moderni per l’ultima sfida. Le ragazze cantano “It’s oh so quiet”, i Moderni “In the air tonight”. Per entrambi c’è molta mestizia, ma è Elio quello più abbattuto, naturalmente. Già sentite le Cafè, abbastanza stonatelli i Moderni a cappella. E a proposito di cappella l’ultima chance per i due gruppi è proprio quella: bravissime le Cafè Margot, ancora inferiori i Moderni nonostante l’omaggio a Paola Folli su “Domani”.

Elio elimina CAFÈ MARGOT
Arisa elimina CAFÈ MARGOT
Morgan elimina I MODERNI
Simona Ventura elimina CAFÈ MARGOT
Le Cafè Margot sono le quarte eliminate di X Factor 5.

Continua a leggere...

mercoledì 7 dicembre 2011

Aumenti immediati per benzina e gasolio

MILANO - Una volta reso noto il testo ufficiale della manovra varata dal governo Monti sono emerse delle ulteriori novità tra cui, come ha spiegato lo stesso premier al Senato, «anche un pacchetto di interventi di carattere ordinamentale per sbloccare le infrastrutture». Questi saranno decisi nella riunione di mercoledì del Cipe che «ha l'obiettivo di mobilitare 5,2 miliardi per sbloccare interventi», tra cui l'alta velocità, il Mose (il sistema di protezione dalle alte maree della laguna di Venezia) e interventi di manutenzione straordinaria su tutto il territorio nazionale, tra cui «diversi interventi nel mezzogiorno», come la statale jonica, e il porto di Taranto e la metropolitana di Napoli. Inoltre, ci sarà un aumento immediato per leaccise sui carburanti che quindi non avrà decorrenza dal primo gennaio come inizialmente ipotizzato: «a decorrere dalla data di entrata in vigore del decreto», dunque, le aliquote su benzina e diesel salgono rispettivamente a 704,20 euro (+8,2 cent al litro) e 593,20 euro per mille litri (+11,2 cent).
Ecco di seguito alcune delle novità previste dalla manovra. PENSIONI DONNE - L'età necessaria ad andare in pensione di vecchiaia per le donne dipendenti del settore privato sarà di 62 anni nel 2012 per poi passare a 63 anni e mezzo dal primo gennaio 2014 e a 65 anni il primo gennaio 2016. Il requisito di età per la pensione di vecchiaia delle donne dipendenti passa a 66 anni nel 2018, lo stesso requisito degli uomini e delle donne dipendenti pubbliche. Per le lavoratrici autonome la pensione di vecchiaia si otterrà a 63 anni e mezzo nel 2012, a 64 anni e mezzo a partire dal 2014, a 65 anni e mezzo nel 2016 e a 66 anni nel 2018.

IVA - A decorrere dal 1 ottobre 2012 le aliquote Iva del 10 e del 21 per cento sono incrementate di 2 punti percentuali. A decorrere dal 1 gennaio 2014 le predette aliquote sono ulteriormente incrementate di 0,5 punti percentuali. È la nuova clausola di salvaguardia della delega fiscale prevista dal testo definitivo della manovra.

BONUS DONNE E GIOVANI - Le imprese che assumeranno donne e giovani sotto i 35 anni a tempo indeterminato avranno la possibilità di dedurre 10.600 euro per ogni donna e giovane sotto i 35 anni assunto a tempo indeterminato. Lo sconto sale a 15.200 nelle regioni del Sud. Le imprese interessate allo sconto maggiorato, a 15.200 euro, sono quelle che assumeranno giovani a tempo indeterminato sotto i 35 anni o donne in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

BANCHE - Dal testo emergono anche limitazioni alle cariche sociali occupate da imprenditori e banchieri. La norma contenuta nel decreto recita: «È vietato ai titolari di cariche negli organi gestionali, di sorveglianza e di controllo e a funzionari di vertice di imprese o gruppi di imprese operanti nei mercati del credito, assicurativi e finanziari di assumere o esercitare analoghe cariche in imprese o gruppi di imprese concorrenti».

SCUDO FISCALE - Si passerà subito alla cassa per versare il prelievo ulteriore dell'1,5% sui capitali scudati. L'imposta, definita «straordinaria», dovrà essere pagata in due rate: la prima entro il 16 febbraio 2012 e la seconda rata entro il 16 febbraio 2013.

PROTEZIONE CIVILE - La protezione civile potrà contare su 57 milioni di euro aggiuntivi nel 2012. I fondi saranno attinti dalla quota 8 per mille nello Stato.

FONDI ALLA CULTURA - Boccata di ossigeno per la cultura italiana nel decreto della manovra. Nuovi fondi nel 2012 all'Accademia dei Lincei (1,3 milioni di euro) e all'Accademia della Crusca (700.00 euro).

SUPERBOLLO - «A partire dall'anno 2012 l'addizionale erariale della tassa automobilistica è fissata in euro 20 per ogni chilowatt di potenza del veicolo superiore a centottantacinque chilowatt». A differenza della prima versione del testo, il superbollo si applica a tutte le auto indipendentemente dal loro anno di immatricolazione.

CONTANTE - Le pubbliche amministrazioni, nel pagamento delle pensioni e degli stipendi, non potranno utilizzare più di 500 euro di contante, ma dovranno servirsi degli «strumenti elettronici» per le quote eccedenti. Nel testo si legge, infatti, che gli importi superiori ai 500 euro «debbono essere erogati con strumenti diversi dal denaro contante ovvero mediante l'utilizzo di strumenti di pagamento elettronici bancari o postali, ivi comprese le carte di pagamento prepagate».

INFORTUNI SUL LAVORO - Niente equo indennizzo e pensione privilegiata in caso di infortuni sul lavoro. «Ferma la tutela derivante dall'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni e le malattie professionali - si legge nel decreto - sono abrogati gli istituti dell'accertamento della dipendenza dell'infermità da causa di servizio, del rimborso delle spese di degenza per causa di servizio, dell'equo indennizzo e della pensione privilegiata». Sono esclusi dalla misura il personale appartenente al comparto della sicurezza, quello della difesa e del soccorso pubblico.

BOLLI - È dello 0,1% nel 2012 e dello 0,15% dal 2013 su tutti i titoli, strumenti e prodotti finanziari, ad eccezione dei fondi pensione e sanitari, la nuova imposta di bollo. L'imposta è dovuta nella misura minima di 34,20 euro e massima di 1.200 euro e si calcola «per ogni esemplare, sul complessivo valore di mercato o, in mancanza, sul valore nominale o di rimborso».

EDITORIA - Novità in arrivo anche sulle risorse all'editoria. Due le tappe previste nella manovra: a partire dal 2012 viene rivisto il regolamento sull'erogazione ai contributi con gli obiettivi di una maggiore selezione nell'accesso alle risorse e anche di un taglio della spesa pubblica; mentre dal 2014 cessa il sistema dei contributi diretti. «Allo scopo di contribuire all`obiettivo del pareggio di bilancio entro la fine dell'anno 2013, il sistema di contribuzione diretta», si legge nel testo, cessa «alla data del 31 dicembre 2014, con riferimento alla gestione 2013». Il governo, con decorrenza dal prossimo primo gennaio 2012, rivedrà il regolamento sui contributi all'editoria emanato nel 2010, «al fine di conseguire il risanamento della contribuzione pubblica, una più rigorosa selezione dell'accesso alle risorse, nonché risparmi nella spesa pubblica». I risparmi, «compatibilmente con le esigenze di pareggio di bilancio», dovrebbero andare alla «ristrutturazione delle aziende già destinatarie della contribuzione diretta, all'innovazione tecnologica del settore, a contenere l'aumento del costo delle materie prime, all'informatizzazione della rete distributiva».
corriere.it

Continua a leggere...

sabato 3 dicembre 2011

AMICI 11 puntata sabato 3 Dicembre 2011

Certo che mettere Grande Fratello e Amici uno dopo l’altro non facilita le cose a chi ne deve scrivere tutti i giorni. Per fortuna ci sono i loghi in basso a sinistra, così si ha una vaga idea del programma in onda in quel momento. Inoltre, Amici si distingue per le marchette in apertura di speciale del sabato: Enzo Iacchetti ha fatto un cd (ma allora vale tuttooooo peppeppepeppee). Siamo già in coda. Oltre a lui, nel cd canta anche Silvia Olari, ex di Amici 8, che ha trovato una sua collocazione musicale. Bastava Silvia? No, aggiungiamo anche L’Aura (tu quoque), Paolo Meneguzzi e due ragazzi che potrebbero tranquillamente essere i nuovi protagonisti del film di Natale di De Sica (a proposito, lui e Conticini quando vengono?). Più che un cd, un anti-Sanremo per reietti della kermesse. Iacchetti lascia i cd ai professori, ma si fa pagare. La cosa sembra una gag, ma in realtà Maria passa col sacchetto e raccoglie davvero i soldi di tutti. Ma a Iacchetti non spiace questa carità? Ma soprattutto, come mangeranno i gatti della Di Michele senza questi 10 euro?

Si comincia dalla sfida a squadre. Da oggi ci sono i capiclasse: Claudia, Carlo Alberto e Valeria dovranno dire chi schierare per ogni prova. Così li facciamo scannare un po’ di più, ottimo. Tutti e tre dicono di non aver avuto problemi e che la tranquillità regna in ogni squadra.

Prima prova: canto, Destinazione Paradiso, BLU vs GIALLI. Claudia sceglie Gerardo, molto più convinto del solito, dato che non è “il solito pezzo della Di Michele”. Devo davvero raccontarvi la sua esibizione o riuscite ad immaginarvela? Un’agonia, comunque. A Grazia non piace (ma va?), la Maionchi accetta il giudizio, dato che si tratta di gusto personale. Le due battibeccano un po’ su cantanti morti nel 15-18 e cercano di sfoggiare più conoscenza musicale dell’altra. I Gialli rispondo con Ottavio e si sa che Ottavio : Achille = Gerardo : Ettore, nonostante i secondi abbiano nomi migliori dei primi. Solo normale, Mara. Accetta ma non condivide, Ottavio. Venezia è una bella città ma non ci vivrei, io.

Seconda prova: cavallo di battaglia, VERDI vs BLU vs GIALLI. Valeria mette Marco, i Blu rispondono con Giuseppe e i Gialli con Yunieska. I Gialli vogliono perdere come se non ci fosse un domani, quindi? Valeria dice di voler vedere il ballerino blu ballare altri stili, poi condirlo con salsa indiana e divorarlo partendo dai mignoli, mentre Claudia crede molto in lui, lui “può fare tutto”. Comincia proprio Giuseppe a esibirsi, mentre la telecamera lo prende incastrato in una cornice ottocentesca e lui si sbatte per il palco. La colonna sonora è la canzone cantata da Antonella alla prima puntata di X Factor, ci fa piacere sapere che Maria il giovedì sera cerca di ampliare un po’ la sua cultura musicale e mandarla oltre Amoroso-Marrone-Adele. I parziali del televoto, intanto, danno Blu-Gialli-Verdi in quest’ordine. Marco cerca di risollevare le sorti del team Zerbi cantando “I don’t wanna miss a thing”. Insolitamente gradevole Marco, benchè il fantasma di Mogavero lo guardi dall’alto al basso. Maria fa notare che benchè siano passati ben 1.40 minuti, i parziali del televoto non sono cambiati. Yunieska fa crollare la tensione narrativa del momento, quindi ci pensa Garrison a fare un po’ di polemica con la prof Celentano.Terza prova: canto, Rehab, BLU vs GIALLI. Ovviamente Claudia e Carlo Alberto si autoschierano. È proprio obbligatorio darle tutte canzoni cantate dalla Ferreri? “Beh?” chiede soddisfatta la De Filippi, convinta di avere trovato la sua gallina dalle uova d’oro. No, Maria, sei ancora una volta in ritardo di 5 anni. Cambia la situazione del televoto: i Verdi han superato i Gialli. Carlo Alberto tenta nell’impresa di raggranellare qualche votino per i canarini. Con me c’è riuscito, io lo televoterei. Se avessi il cellulare qui con me e non sul tavolo. Secondo Zerbi “non ha reso giustizia alla canzone”. I Verdi nel frattempo hanno supero i Blu.

Quarta prova: ballo, VERDI vs BLU. I verdi schierano Daniele, che balla con Martina. Si tratta del passo a 2 di Cannito. Garrison non lo lascia neanche cominciare e abbassa subito la leva, perché non gli piace la coreografia. “Hai criticato mia presa e ora fai coreografio assurdo così si rovinano anche professionisti pur di far uscire quello ragazzo”. E questo, secondo Rochelle, è puro cattiveria. Cannito dice di aver cambiato la presa, ma Garrison ipotizza che l’obiettivo sia quello di sterminare la classe di danza. Nunzio, infatti, ha la febbre. Ah Cannito libera pure le armi chimiche nella scuola? Daniele ricomincia a ballare, mentre i Blu rispondo con Caterina. La presa finale è stata giudicata troppo pericolosa ed è stata cambiata, ma Cannito si difende: “non è un concorso di coreografie”. No, decisamente. Secondo Garrison, inoltre, Nunzio in realtà è stato chiuso in un armadio da Cannito. Puoi dirci giura.

Quinta prova: canto, “Don’t know why”, BLU vs VERDI. La sfida è Francesca-Valeria, visto che la seconda si autoschiera. Terribile e stonata Francesca Mariani, lamentosa e annoiata la Romitelli. Questa è convinta di imitare Adele, ma ricorda più Ada, la nonna delle prime pubblicità Barilla, quella un po’ confusa.

Chiuso il televoto, vediamo il risultato. Salva la squadra BLU , vince la squadra VERDE, perde quella GIALLA. 36-34-30 le percentuali.

Sfida di Josè. Anzi no, parliamo di Alessia che non ha la tuta gialla. Sta aspettando di sapere la sua sorte. Anzi no, diamo la linea a Verissimo.
realityhouse

Continua a leggere...

venerdì 2 dicembre 2011

X FACTOR 5 puntata 1 DICEMBRE 2011

Terzo live show di X Factor si apre con l’esibizione corale di Hung Up, occasione per sfogare tutta l’inventiva ricca di paillette di Luca Tommassini. Se Davide e Jessica sono nel loro regno, Vincenzo è visibilmente a disagio e il suo pessimo inglese si sente anche nelle pause. Pure Cattelan, vestito come Lupin III, entra ballando e rappando. I giudici sono in ottima forma (e sfoggiano la spillettina rossa per la giornata contro l’HIV, più 100 punti), a parte la Ventura che non rinuncia a voler sembrare più giovane di quello che è (e ogni anno è un’impresa sempre più difficile).

Ricapitoliamo: 2 cantanti per Elio e Arisa, 3 per gli altri due. Vediamo i codici della prima manche: Antonella, Davide, Nicole, Cafè Margot e Vincenzo saranno impegnati in questa parte di puntata. Alle 21.19 viene aperto il televoto. Sarà la cantante Giorgia a rassicurare i ragazzi nel backstage prima di esibirsi come ospite.

Antonella è la prima a scendere sul ring del Teatro della Luna. Durante le prove è stata braccata al pianoforte proprio da Giorgia, che s’è presentata a sorpresa per darle qualche consiglio. Se ti dice come vendere i cd, non ascoltarla. Per l’occasione cambiano anche le schede di presentazione, arricchite da effetti un po’ troppo PowerPoint. Esibizione impeccabile, mentre alle sue spalle sul ledwall mille zampe da scimmia minacciano di schiacciarla tra la scenografia del teatro. Morgan è già più di là che di qua, e ha da ridire sulla scelta di farla cantare così indietro sul palco, è Tommassini a difenderla. I giudici sobri hanno solo parole positive su Antonella. Elio si limita a criticare la scelta del brano, poco dance. “Non tutti ballano le stesse cose”, dice Arisa.

Davide viene presentato da Morgan con grande fatica. Fa un’introduzione di 10 minuti, poi ammette di non ricordarsi “come ***** si chiami” il brano. Non riesce proprio a limitarsi al vix vaporub almeno il giovedì sera? L’effetto al microfono di Davide (l’eco e la voce un po’ impastata) ci danno il primo vero pezzo dance della serata. I ballerini lo sollevano come si faceva con la principessa Britney prima che la assumessero da Burger King. A fare da contraltare i soliti pantaloncini corti. Arisa fa un appunto sui troppi effetti di distorsione audio, ma Morgan difende la sua scelta: “siamo nel 2011, c’è la musica elettronica”.

Nicole è alle prese con Lady Gaga (che la Ventura è un po’ convinta di aver scoperto visto che l’ha avuta come ospite a Quelli che) e la sua “Born this way”. L’incontro con Giorgia è stato particolarmente intenso, visto che Nicole è fan della cantante romana. “Born this way” è introdotta da qualche istante di “Poker face” (e “Bad Romance” dove l’abbiamo lasciato? Andavamo di medley a questo punto no?) ed è accompagnata anche da un’apprezzabile coreografia di Nicole e del corpo di ballo. Assolutamente magnifica.

Dov’è finita la Simona iena dei casting, si chiede un rwm? Sarà stata sbranata da un cane al mercato? La riabilitazione dell’immagine di Simona parte anche da qui.

Cafè Margot? Presenti, con “Crying at the discoteque”. Trucco particolare per le due, pitturate a metà viso con baffi finti e lacrime disegnate. Un incrocio tra Pierrot e un Drag King. Brave e precise, ma un grande punto interrogativo.

Vincenzo chiude la prima manche con “Miss you” dei Rolling Stones. Nel loft serpeggia un po’ di antipatia nei suoi confronti: Nicole e Jessica lo vedono un po’ troppo convinto di essere già ‘arrivato’. “Trasformarsi è sempre bene”, gli dice Giorgia, reduce da diciotto trasformazioni in 8 album. Il paventato cambio di look in realtà è stata una veloce spuntata di capelli. L’esibizione non spicca particolarmente. Arisa l’ha trovato sexy, Morgan dice “è giusto così, dato che è la serata disco-party”. Non la spiegherò a chi non l’ha capita.

Videoriepilogo e ancora un po’ di tempo per esprimere le proprie (gratuite) preferenze. Giusto il tempo di gustarci Giorgia, per Cattelan è “la più cantata ai provini di X Factor”. Oggi Big G. ci canta “È l’amore che conta” mentre un tifone le spazza i capelli all’indietro. Manco a dirlo, eccezionale su ogni singola nota. Alle 22.16 viene chiuso il televoto. Giorgia si dimostra preparatissima sui cantanti in gara: “la prima è stata Annalisa no?”.
Siamo al primo verdetto. Si salvano: Nicole, Vincenzo, le Cafè Margot e Antonella, DAVIDE VA AL BALLOTTAGGIO. “Strana ‘sta cosa”, dice Morgan, poco abituato alla sensazione.

Vediamo ora i codici della seconda manche: Jessica, Valerio, i Moderni, Francesca e Claudio vanno dallo 06 al 10. Alle 22.30 viene aperto il televoto della seconda manche.

Jessica, definita “puledra di razza” dalla sua giudice Ventura, canta una canzone di Grace Jones. Vestita un po’ da ricca signora annoiata che gioca a rievocare i bei tempi andati, sgambetta goffamente per il palco mostrando nudità e poco talento vocale. Per Elio c’è qualche difetto, il pubblico lo fischia già e lui s’arrabbia. L’arrabbiatura viene sottolineata con fastidio dalla demagoga Simona, che tira in ballo il pubblico sovrano, intoccabile. Morgan finge di leggere un libro (“io in discoteca porto i libri perché mi rompo le balle”) e poi dice che la scelta di Simona non è da lei perché è una scelta intelligente.

Valerio è quello che ha avuto la reazione più sconcertata alla comparsa del fantasma del pianoforte Giorgia Todrani. “Ma nnn’era morta?”. La sua esibizione sulle note degli ABC è arricchita da 4 cantanti con indosso la sua stessa camicia e delle maschere da lupacchiotti. Auuu. La canzone non l’ha valorizzato.

I Moderni ripropongono per la seconda volta stasera Lady Gaga, con “Judas”. Celeste, la voce femminile del gruppo, ha avuto un piccolo problema di salute; ha saltato le prove ma stasera è di nuovo tra noi e sfoggia un enorme orecchino a forma di stella di Natale. Inaspettatamente (viste le prove disastrose) mi sono piaciuti. Celeste continua a stare male anche in diretta, ma i giudici sono contenti. Quindi settimana prossima svenimento in diretta e sarà standing.

Ci colleghiamo con il cubo dell’Xtra Factor dove Novaresi e la Lodigiani stanno preparando la puntata che andrà in onda tra poco. Anche stasera ci sarà Fiocco di Neve. Che, voglio dire, se la prima volta faceva ridere e la seconda annoiava, figurarsi oggi.

Francesca in settimana non s’era mostrata contenta per l’assegnazione di “Tainted love” e anche alla fine dell’esibizione di giovedì scorso era crollata per le critiche di Morgan. Non ne sta guadagnando in simpatia, diciamo. Non una, non due ma ben cinque aste di fronte a sé, ma niente la distrae dal fare un’altra grande esibizione. Ad Elio è piaciuta, ad Arisa il pezzo ha convinto solo sulla fine, mentre Morgan la erge a “miglior esibizione della serata”. È una nuova occasione per la coalizione Simona-Morgan contro Arisa, letteralmente divorata.

Claudio chiude la puntata con “If I ever feel better”. Nonostante la difficoltà della metrica Claudio cavalca letteralmente il brano, va a spasso per lo studio con una confidenza vista raramente su quel palco. Bravo, ma Morgan sposta l’attenzione complimentandosi con la messinscena di Tommassini.

Videoriepilogo anche per questa seconda manche, mentre il pubblico ha gli ultimi istanti per votare. Torniamo con una clip al drammatico tilt di settimana scorsa, con un’Arisa un po’ confusa sul da farsi. Elio “non ha niente contro il tilt”, dato che l’anno scorso fu proprio il tilt a salvare la futura vincitrice Nathalie. Alle 23.25 viene chiuso il televoto.

Verdetto 2^ manche. Si salvano: Francesca, Claudio, i Moderni e Jessica. VALERIO AL BALLOTTAGGIO, ed è scontro fratricida tra gli under uomini di Morgan. Il giudice non si fida e vuole vedere busta e notaio, ipotizzando irregolarità nel voto.

Siamo al ballottaggio: Davide canterà “Cuore” di Rita Pavone, Valerio “Superstition” di Stevie Wonder. Nonostante la scelta inusuale, Davide canta benissimo il suo pezzo e fa finalmente sentire la sua voce. Valerio, al suo secondo ballottaggio consecutivo, risulta un po’ più da Amici che da X Factor. A cappella i pezzi scelti sono, rispettivamente, “True colors” e “Sembra impossibile”. Trenta secondi e voto dei giudici.

Morgan delira e parla del passato in Rai: “là era tutto finto, qui è tutto vero e io amo il brivido della verità”. “Morgan ho bisogno di un nome”, dice Cattelan. “Sì… Berlusconi!” risponde lui. Il pubblico è in delirio. Morgan dice di voler chiamare il tilt, ma ovviamente non funziona così. “È ridicolo che si giochi con me, dopo tutto quello che mi è successo, andate a farvi benedire”. Interviene la Ventura, ma Morgan esprime il suo nome. Morgan continua a delirare: “è tutto scritto da Peppi Nocera, dai Simona, leggi la tua battuta”. La Ventura interviene: “in Rai non era tutto finto e voglio difendere l’azienda”.

Morgan elimina VALERIO
Simona elimina DAVIDE
Arisa elimina DAVIDE
Elio elimina DAVIDE

Davide è il terzo eliminato di X Factor 5, ma è Morgan il vero punto di domanda di questa trasmissione. Cattelan, totalmente inadeguato sul momento Morgan, dà una breve tirata di orecchie ai giudici.

Continua a leggere...

domenica 27 novembre 2011

AMICI 11 puntata sabato 26 novembre 2011

Momenti di silenzio con lo studio che applaude e nessuno ad aprire la puntata. Luca arriva trafelato col fiatone “non avevamo visto l’orologio, Maria sta arrivando anf anf” e apre il televoto. Mentre spiega i termini del voto, arriva Maria, che si scusa per il ritardo.
Si comincia subito con la sfida a squadre, stavolta. Oggi pare esserci pure la squadra rossa, visto che 4 gialli su 7 hanno la maglietta “sfida”.

Prima sfida: Alessia (GIALLA) vs Lidia (VERDE) su “Invece no”. Inascoltabile La Fucsia (“troppa aggressività” secondo Rudy), Lidia è decisamente più sul pezzo, ma quel ghigno con la bocca tra l’arrabbiato e l’ironico non si sopporta più. “Lidia e Alessia si compensano” dice la Di Michele. Sì, sulla bilancia di Forum con tutti i sassi da una parte, forse.

Seconda sfida: Daniele (VERDE) vs Sergio (GIALLO) sul passo a due di Garrison. Maria, anche oggi, si ‘raccomanda’ sulla sospensione della leva, da usare solo in caso di esibizione gravemente insufficiente. Daniele non riesce a perdere quell’aria da Charlie Chaplin senza baffi (e senza gambe, ad occhio e croce), mentre Sergio viene bloccato dalla stessa Alessandra Celentano. Anbeta se ne frega e va avanti a ballare (voi non mi bloccate, io sono la divina Anbeta). Alessandra non è contenta del lavoro fatto con lui e crede che il suo percorso ad Amici debba finire qui. Sergio potrebbe rimanere, ma solo se uno tra Garrison e Cannito lo prendessero al posto di uno dei loro ragazzi. Nessuno dei due, però, vuole fare questo cambio. Sergio è quindi eliminato. Sergio non se l’aspettava, ma alla Celentano non dà meno fastidio di una french venuta male. Ciao Sergio.Terza sfida: Carlo (GIALLO) vs Claudia (BLU) su un brano scelto dalla Maionchi, ossia “What’s up”. Pur lontano dal genere, Carlo Alberto si difende bene (la tonalità era altissima), ma stecca miseramente sul finale. Carlo manda una frecciatina a Rudy, che risponde piccato: “hai fatto diventare questo pezzo rock un valzer”, allora lui torna a posto mimando un valzer. Claudia, naturalmente, convince maggiormente, ma senza stupire come negli altri sabati. Grazia sta ancora aspettando che esca qualcosa di lei mai visto prima. Quindi anche lei, come me, sospetta che una creatura aliena di tre metri si nasconda dentro Claudia?

Quarta sfida: Francesca (BLU) vs Veronica (VERDE) sul passo a due di Garrison. Francesca scende, si scioglie i capelli e lo studio si illumina di una nuova luce, ma il pubblico nota solo Stefano Di Martino. Prima dell’esibizione di Veronica, Cannito si chiede in un rwm come possa il ballerino professionista sollevare la ballerina di Garrison, dato che solo il suo naso pesa quanto Francesca e la sua famiglia. Alla fine ci riesce, ma il confronto tra le due esibizioni non si pone proprio. Breve (alias due mesi e mezzo) di confronto tra Garrison e Cannito, con Veronica che si dice orgogliosa di sé e di ciò che fa e si prosegue.

Prima della quinta sfida, c’è spazio per Alessandra Amoroso, sul palco per presentarci il nuovo singolo “È vero che vuoi restare”, tratto dall’album “Cinque passi in più”, che si chiama così perché contiene solo 5 inediti.
Parziale del televoto: è ultima la squadra gialla.

Quinta sfida: Yunieska (GIALLA) vs Caterina (BLU). Venti minuti di attesa per far indossare i tacchi a Yunieska, con Maria che non manca di sottolineare il fastidio per la perdita di tempo. “C’erano delle imperfezioni”, riconosce la Celentano, “ma era carina”. “Carinaaa? Vai a fare modelaaa” inveisce Garrison. Caterina, intanto, viene derisa dai ballerini verdi.

Chiuso il televoto.

Maria càzzia i cantanti gialli per l’essersi messi tutti in sfida proteggendosi l’un l’altro. “Alla fine vincerà solo uno”.
Entra lo sfidante, Lorenzo, che l’anno scorso era un aspirante e ha partecipato anche a Italia’s Got Talent, come lascia intendere Maria. Il giudice è Paolo Giordano del Giornale. Lorenzo dovrà sfidare tutti i cantanti gialli, ma gli basterà batterne uno.
Lorenzo canta “Smoke gets in your eyes”, Ottavio è il primo a rispondere con “Feeling good”. Dopo Ottavio tocca a Carlo Alberto, con “Crazy”.

Non c’è più tempo, vediamo il verdetto della sfida a squadre: Si salva la squadra GIALLA col 34%, vince la BLU col 35%, PERDE LA VERDE COL 31%. Josè non ha fatto la sfida perché s’è fatto male, la farà più avanti.
/realityhouse

Continua a leggere...

sabato 26 novembre 2011

AMICI 11 puntata venerdi 25 novembre 2011

Marco Carta with Alfredo Cerruti again. La Cartina nazionale ha preparato dei propri video e vuole farli vedere al suo nuovo produttore. Sex tape? No, ahimè sono solo spezzoni di uno/due concerti fatti qua e là.
Quando guarda le proprie esibizioni, Marco si vergogna perché si vede diverso fisicamente. Eccerto, facevi semplicemente meno palestra. Tutto qua.
Sulle note di Come nasce un amore scende pure una lacrima. Pensando alla famiglia ovviamente.
Viene mandato anche un filmato di un presunto concerto con grafica “Bari 2011”. Bha, poco ci credo.
Cerruti è molto molto contento: Marco è perfetto sul palco. Già.
Cambiamo, finalmente, registro: Giuseppe continua il suo percorso con Sponky e Molinari. Vengono mostrati degli esercizi che risalgono almeno a due settimane fa.

A sto giro la Mia non è poi così contenta: il ballerino sembra perdere colpi, non è pronto per l’esibizione di sabato. E per fortuna direi, fatelo riposare un attimo sto povero ragazzo.
Sì, Mia ha deciso: Giuseppe si riposerà sabato pomeriggio. L’unica soluzione per far perdere la Squadra Blu è lasciarlo in panchina?Passiamo all’anonima Alessandra. Non che sia davvero anonima. Almeno, per me non lo è. Ma per Zerbi, quel gran scova talenti di Zerbi, lo è.
Mara la vuole vedere “più cattiva”. “Non rinculare” le urla mentre prova la canzone che dovrà eseguire domani. Il significato di Rinculare? Bho.

A Valeria le cose non sembrano andare meglio. La ragazza scoppia in lacrime. Meglio così, altrimenti ormai non te si filava più nessuno.
Via di corsa negli spogliatoi a piangere. Pamela corre ad abbracciarla. Sporcacciona Provolona.

Restiamo sempre in ambito Verde e vediamo qualche sprazzo di prove generali. Ma quando le fanno mi chiedo?
Pamela prova, Zerbi la interrompe perché non trova giusta la tonalità da lei utilizzata. Rudy si avvicina a Luca Zanforlin e all’orecchio gli sussurra “Il problema non è la base, il problema è lei”. Sgup.
Anche tutti gli altri Verdi provano. Lidia e Valeria sono pronte per sabato e potranno esibirsi domani pomeriggio. Per Rudy anche Marco ha fatto un buon lavoro.
Con Pamela, invece, dovrà parlare in privato. Lei pensa subito alla Discussione del Banco, che quest’anno si chiama La Conferma.

I due si chiudono in aula e limonano. No, scherzo.
Pamela si giustifica con il famigerato “non ho voce, ieri l’ho fatta perfetta”. Il viso della ragazza si scioglie, scorrono lacrime e sangue dentro il fiube. Le hanno ucciso il padre? No, peggio. La mandano a casa a calci in culo? Seeeee. No, non è successo niente, semplicemente domani non si esibisce.
In Vita da scuola continua la sua para.
realityhouse

Continua a leggere...

venerdì 25 novembre 2011

X FACTOR 5 puntata 25 NOVEMBRE 2011

Seconda puntata per X Factor 5: Cattelan introduce i giudici, Morgan è stato interrotto durante la manodopera del dietro le quinte e si è trascinato l’iPad sul palco. I giudici prendono possesso dei 4 posti di combattimento e Cattelan si chiede già se ci sia stato del nonnismo nell’eliminazione di settimana scorsa.

La prima manche vedrà in gara i seguenti sei atleti: Claudio, Jessica, Davide, Le 5, Francesca e Vincenzo. Alle 21.16 Cattelan apre il primo televoto. Al centro del palco campeggia un inquietante quadrato in lapislazzuli e cemento armato.

Claudio è quindi il designato ad aprire la seconda serata, con “Dog days are over”. Le schede con il filo elettrico sono rimaste uguali, figuriamoci se c’è qualcuno che pensa di cambiarle, mò ce le teniamo fino al sei gennaio. Ottimo inizio, si perde un po’ sul pezzo più alto ma porta a casa un’altra ottima esibizione. Morgan, che per la cronaca non conosceva pezzo e autore (ma non era quello con una sconfinata conoscenza musicale?), ha da ridire sul suo effettivo gesticolare. La Ventura, invece, lo aspetta su un brano in italiano.

Jessica canterà in italiano, per Simona è l’occasione di un’invettiva contro le major straniere, colpevoli di spadroneggiare sul territorio italiano. Eh no, teniamoci Gigi D’Alessio. Tra Jessica e Morgan potrebbe nascere del tenero: il polipo si è già detto felice sapendola maggiorenne. Un siparietto vomitevole. Jessica paga il suo essere quasi afona: intensa, ma forzatamente imprecisa su molte note. Arisa si complimenta con Simona per la scelta del brano, ma tutti i giudici sembrano positivamente colpiti. “È dedicata a qualcuno la canzone?” chiede il conduttore. “Eh” risponde lei. Risponde così un po’ a tutto.

Nelle prime fila, oltre a Tommassini e Vocal Coaches, ci sono anche Fabio Caressa, il Gabibbo ed Emilio Carelli. Uno di loro s’è mangiato l’altro prima della diretta, non posso dirvi di più.

Davide canta “Jealous Guy”. C’è chi l’ha paragonato a Kurt di Glee, ma stasera pure Mariah Carey sembrerebbe un camionista iraniano in confronto a questo ragazzo. Bravo, comunque. Arisa si complimenta per la “delicatezza quasi femminile”. Non riesco a capire quale delle tre parole sia l’eufemismo. Morgan cerca la polemica: “i giudizi di Elio oggi sono preconfezionati, si possono dare a scatola chiusa”.

Video su settimana scorsa: Arisa non ha raccolto l’invito di Simona di un’alleanza al femminile, così la Ventura s’è vendicata accordandosi con Morgan a pochi istanti dall’eliminazione per cacciare Rahma. Immagini inedite rivelano l’invito di Morgan che, tra i denti, dice “Rahma” a Simona; la Ventura, dal canto suo, risponde “oooh yeeah”. Arisa caccia le unghie: “perché vi mettete d’accordo? Ognuno dice il suo no?” e affonda “Simona non ha idea di cosa sia la discografia”. Morgan scende in difesa di Simona, che a sua volta insiste: “non andrò mai in tilt, significa essere codardi e non saper prendere decisioni”.

Le 5, stereotipo degli stereotipi, cantano “Single ladies”. “In noi è scattata la pazzia di provare provare provare”… a scamparla anche stasera? Vestite con le giacche di pelle di Fonzie e gli occhiali da sole di Valentina di Sarabanda. Mi rimangio tutto ciò che ho detto finora: continuassero a cantare “Sei tu signore il pane” in chiesa.

Francesca si è riguardata l’esibizione di settimana scorsa e, in tutta onestà, credeva di aver cantato molto meglio. Stasera canta i Baustelle, impreziosisce la canzone con la sua voce un po’ graffiata. Dopo un buon inizio, l’esibizione si spegne un po’. Morgan ha da ridire pure qui: “canzone banale”. Dall’alto dei suoi multiplatino oggi si sta scatenando eh?

Vincenzo chiude questa prima manche cantando – modalità gigione /on – una canzone di Bruno Lauzi, “Ritornerai”. Vincenzo ricanta esattamente come settimana scorsa, alternando pezzi cantati a pezzi parlati con quell’insopportabile spocchia da ospite della festa del PD. Elio lo definisce “credibilissimo”, e spara alto “potresti essere addirittura l’ospite”.

Rivediamo velocemente le sei esibizioni e accogliamo il nostro ospite della serata, James Morrison, che canta “I won’t let you go”. Perfetto su ogni nota (al contrario dell’altra volta in cui fu ospite in cui fece addirittura sembrare intonata Ambra Marie), è qui per promuovere il suo nuovo album. James ci saluta con “Arivederci e buonna sera” e alle 22.26 il televoto è chiuso. Prima del verdetto ci colleghiamo col cubo dell’Xtra Factor. Novaresi manda un video sui “numeri” della prima puntata.
Cattelan chiama i cantanti sul palco. Si salvano: Vincenzo, Francesca, Claudio, Jessica e Davide. LE 5 DI NUOVO AL BALLOTTAGGIO. Ma il problema non era il cantare per ultime?

Vediamo i codici della seconda manche: I Moderni, Antonella, Valerio, Cafè Margot, Nicole.

I Moderni cantano “I gotta feeling”. Ho detto cantano? Volevo dire ‘stuprano’. Della canzone originale non è rimasto nulla, le riprese in stile lip-dub non aiutano e aumentano il malessere generale. Arisa continua a sentire problemi di omogeneità di voci, Elio ha da ridire: “se vi dico di fare una cosa fatela”.

Antonella è alle prese con Giuny Russo e la sua “Morirò d’amore”. Nuovo look per Antonella che affronta il mostro sacro con molta semplicità e porta a casa un’altra ottima esibizione. Che possa essere lei la donna da battere? Morgan le riconosce una certa umiltà, la Ventura la trova anche molto originale.

Valerio canta “Don’t let me be misunderstood”, una delle canzoni di cui esistono più versioni al mondo. Oggi gli si vedono anche gli occhi, ma soprattutto ce lo si gode con un po’ di voce in più del solito. Imbarazzante sull’inglese. “Pezzo un po’ lentuccio – dice Arisa – potresti fare molto di più”.

Le Cafè Margot dovranno eseguire “It’s oh so quiet”, portata al successo da Bjork. Le due partono accartocciate come in un porno cecoslovacco di quelli che ti si scaricano al posto del film che vorresti vedere. Poche armonizzazioni, ognuna canta per conto suo. Quella con gli occhiali, stasera, più che alle urla, doveva pensare ad andare a tempo. Molto bene il finale.

Nicole è l’ultima sul palco per questa serata. “La differenza tra me e te” di Tiziano Ferro è la scelta molto (troppo?) attuale di Simona. Difficoltà iniziali sui bassi e sullo stare a tempo, si riprende da quando si comincia a salire di tonalità. Quando si arriva sulle sue altezze, però, bisogna alzare le mani e riconoscere la sua voce tecnicamente ineccepibile. Per Arisa è stato un rischio, il pezzo non è ancora assimilato, ma soprattutto: “mi sei sembrata un po’ la Tatangelo”. Nientemeno? Vuoi darle anche della serial killer? Morgan insiste: “hai reso la canzone meno imbarazzante di quello che è”. Ma che ha stasera? Ha visto il suo conto in banca in rosso e ha capito che non lo potrà certo riempire scrivendo canzoni?

Videoriepilogo e ingresso dei secondi ospiti che, ahimè, sono i Soliti Idioti. Come tutte le cose brutte, sono un po’ ovunque. I due sfottono un po’ i giudici, poi cantano qualcosa che deve evidentemente essere legato al loro film che ben mi guardo dal finanziare. Nella gag, però, uno dei due sale sull’iPad di Morgan fracassandoglielo. Quindi qualcosa di buono lo fanno pure loro? Cattelan chiude alle 23.33 il secondo televoto.

Siamo al verdetto. Si salvano: le Cafè Margot, Nicole, Antonella e i Moderni. VALERIO AL BALLOTTAGGIO. Come ci si sente a non esser più il re del programma, Morgan?

Siamo all’ultimo scontro. Le 5 canteranno “Because” dei Beatles, lui “Come il sole all’improvviso” di Zucchero. Precise ma noiose loro, molto meglio lui, nonostante il gesticolare da Gianni Morandi. A cappella, Le 5 scelgono “La donna cannone”, Valerio risponde con versi a caso in inglese.

Elio elimina VALERIO
Morgan elimina LE 5
Simona elimina LE 5
Arisa elimina VALERIO

Si va in TILT. Arisa non l’ha fatto volontariamente, non voleva eliminare nessuno. “Elimino Valerio ma non volevo eliminare te, voglio il tilt”. Gli altri giudici la divorano, il pubblico pure. Morgan non è d’accordo, “se non vuoi eliminare Valerio non eliminarlo”. E per la prima volta, stasera, non ha tutti i torti.
200 secondi, quindi, per decidere chi eliminare. Arisa, in attesa del calcolo dei voti, si spiega meglio: “ho preferito far decidere al pubblico”. ”Il pubblico ha deciso che il secondo eliminato di X Factor 5… SONO LE 5. Valerio piange, Elio raggiunge le sue artiste sul palco.

Appuntamento a giovedì prossimo.
realityhouse

Continua a leggere...

domenica 20 novembre 2011

Amici 11 puntata sabato 19 novembre 2011

Lo speciale del sabato lo aprono i Modà, tornati a dire grazie a Nostra Signora della Musica in Tv, che, insieme alla loro etichetta discografica “radiofonica”, ha contribuito a trasformarli da “quelli che cantavano Favola” a ciò che sono adesso. “Cd dvd + film in uscita martedì” (e una piece teatrale no?), annuncia Maria prima di sparire dietro le quinte. Almeno annunciare la pubblicità no eh?
La sfida di Lidia avverrà dopo la sfida a squadre, perché “c’è il televoto e quindi deve essere in diretta”. Aperto il televoto alle 14.18, Maria ricorda ai professori la regola della leva, da usare solo se l’esibizione sarà giudicata totalmente insufficiente.

Prima sfida: Giuseppe (BLU) vs Josè (GIALLO). Giuseppe ha un’intera squadra che lo segue (nientemeno?), tra cui Mia Molinari, istituzione nel mondo della danza. Viene mostrato un rwm in cui questa Molinari, una sorta di Crudelia Demon versione Sporty Spice, minaccia Giuseppe di morte in caso di errore in diretta. Giuseppe piange, lei lo bastona: “evita di farti vedere dagli altri così”. È chiaramente Diamond di Mila e Shiro. La coreografia è una sorta di tributo a Lady Gaga, dall’intro vocale alla canzone Born This Way.
Josè risponde con il solito Don Chisciotte. Ma avrà una fine prima o poi questo balletto? Lo accompagna Anbeta, per proseguire in questa rivoluzione del mai visto. Seconda sfida: Claudia (BLU) vs Pamela (VERDE). Claudia canta “La bambola”. Non vedo l’ora di sentire “Remedios” settimana prossima e “Non ti scordar mai di me” tra due. “Si è paperizzata verso la fine”, dice la Di Michele. Pamela risponde con “Cambiare”. Scelte di rottura oggi eh? Piuttosto imprecisa, soprattutto sull’ultima nota, fortemente crescente.

Terza sfida: Nunzio (VERDE) vs Francesca (BLU), su un cavallo di battaglia imposto da Cannito. E che cosa significa imporre un cavallo di battaglia? “È stato imposto che lo facesse in mutande – dice Garrison – non so cosa volesse vedere”. Maria si congela: “ma cosa stai dicendo?” e lui incalza “non c’è nulla di male, è tutto proporzionato”. Lui lo sa bene. Francesca risponde con la coda del cigno nero. Ed entrava con un cigno scuoiato “eccola, volevate la coda?” e sangue ovunque. Secondo Cannito, Nunzio e Veronica stanno rubando i posti a gente più meritevole.

Quarta sfida: Ottavio (GIALLO) vs Gerardo (BLU). Un altro disastro annunciato per il Pulli nazionale. Ottavio, sul terreno a lui più consono, se lo divora, aggiungendo pure qualche passo di danza. Gerardo inventa buona parte del testo, muovendosi sul palco con la fluidità di un cammello nel deserto. Grazia, finalmente, abbassa la leva. Mara Finesse Maionchi a gamba tesa: “noi dobbiam decidere se farci rompere i coglioni fino alla fine – boato – l’hai fatta decentemente”. Che coraggio. I toni si alzano, Grazia dice di essere sempre educata, ma la Maionchi s’è irritata per una battuta sul fatto che Mara e Gerardo sembrassero una famiglia. “Chiamalo allievo, lascia stare la famiglia!!” urla Mara. Cosa hai detto di mia mammaaaaa? (cit.)

Quinta sfida: Alessandra (BLU) vs Lidia (VERDE) su “Worwick Avenue” scelta da Mara Maionchi. Sempre scelte di rottura vedo. Alessandra, mai vista prima, sfida Lidia, l’agnello sacrificale della prima sfida. In questa lotta tra anonime, Lidia ne esce comunque leggermente meglio.

Sesta sfida: Yunieska (GIALLO) vs Daniele (VERDE) sul brano imposto dalla Celentano. Nessuno dei due spicca particolarmente, ma perlomeno Garrison a ‘sto giro non si è intrippato con la leva.

Così, dal nulla, Maria annuncia: “Apriamo una parentesi, torna ad Amici Marco Carta”. Ah che pathos? “Marco inizia un nuovo cammino, non torna qua per gareggiare coi ragazzi ma per preparare il suo nuovo disco”. Carta è teso, tornare su quel palco, dice, è sempre molto forte. Da oggi Carta sarà in sala di incisione col suo nuovo manager. E nel caso il disco andasse bene, Maria sarà lì per riscuotere la sua anima.

Settima sfida: Nicola (GIALLO) vs Marco (VERDE) su “Salvami” dei Modà. Nicola hai i capelli davanti agli occhi, spostateli, non sei Morgan. Abbastanza mediocri entrambi, ma la canzone brutta non aiuta di certo.

Alle 15.13 viene chiuso il televoto.

Sfida di Lidia: il giudice è Luca Dondoni. Torna a casa Lessie. È proprio Dondoni a scegliere il brano: “Left outside alone” di Anastacia. Ma siamo tornati al 2006 e nessuno mi ha avvisato? La sfidante, Giulia, canta come ad un provino di Superstar Tour davanti a Bossari e alla Ghergo senza arrivare neanche alle note più alte. Fin dalla prima nota, Lidia canta con tutt’altra facilità. Per il secondo brano Dondoni vuole sentire “Rolling in the deep”, senza capire che sarebbe il cavallo di battaglia solo di Lidia. La titolare parte a cappella, dando effettivamente il meglio di sé. Giulia risponde come può, ma raramente s’è vista una sfida così a senso unico, sia per il talento che per lo spazio concesso.

Mentre Dondoni riflette (eh?), si vede il risultato della sfida a squadre. Si salva la squadra VERDE col 35% dei voti, vince la squadra BLU col 38% e perde la squadra GIALLA col 27%.

Maria interroga Francesca sul libro di Zanforlin. “Dov’è il libro?”. L’avrà mangiato. La storia pare molto interessante e per nulla scontata. E invece.

Dondoni dà il suo verdetto: vince Lidia, un po’ a sorpresa. La sorpresa sta nel fatto che Giulia non sia stata fucilata, intendiamoci.
realityhouse

Continua a leggere...

venerdì 18 novembre 2011

X FACTOR 5 puntata 17 NOVEMBRE 2011

Una bandiera dei pirati con due chiavi a forma di X, un fiammifero che si accende, i concorrenti sul palco come durante una via crucis. Soprattutto al momento de Le 5. Si apre con l’esibizione di gruppo sulle note di “Pride (in the name of love)” la quinta edizione di X Factor. Usciti i concorrenti, Alessandro Cattelan entra sul palco per presentare i giudici. Arisa, di giallo vestita, Elio, con baffi e parrucca d’ordinanza, un iPad dotato Morgan e infine lei, queen Simona, con un nuovo taglio di capelli. E io che la credevo già pelata per l’occasione.

Cattelan fa parte di un’atmosfera completamente diversa, molto più posata rispetto al caciaronesimo di cui Facchinetti fece la sua religione. Un saluto d’obbligo ad Arisa, emozionatissima esordiente al tavolo dei giudici. “A Sanremo cantavo, qui devo parlare… ed è più difficile parlare” dice con un filo di voce Rosalba. Il vincitore porterà a casa il solito contrattone con Sony del valore di 300 mila euro.

Si comincia con la prima manche, che vedrà Nicole, le Caffè Margot, Claudio, Vincenzo, Francesca e Rahma. Apperò. Prima di tutto però, arriva il saluto di Miguel Bosè (“mucha mierda”) da dietro le quinte. La sua esperienza tranquillizzerà i ragazzi che dovranno esibirsi. E ho detto tutto. Cattelan apre il televoto e dà il via alle danze.Nicole, presentata da una Ventura un po’ troppo “conduttrice”, canta “And I’m telling you (I’m not going)”, dal film Dreamgirls. Le schede di presentazione, quest’anno, sono pazzesche. Inizio impeccabile per Nicole, che stasera lascia l’immagine “Io canto” vestendosi anche un po’ più da bel-donnino. O questa l’hanno addormentata durante i Bootcamp e gli Home Visit per tenerla un po’ nascosta o non si spiega davvero. Che – voce. Complimenti unanimi da parte dei giudici, anche se Morgan prova a minimizzare un po’ con le solite frecciatine.

Elio ci presenta le Caffè Margot. La loro canzone è “50 mila” di Nina Zilli. Armonie precise, anche se per presenza scenica la ragazza con gli occhiali sembra la protagonista e l’altra una corista presa a caso dai provini di Star Academy. Per Morgan un “canto anni 60”, mentre per la Ventura danno gioia a chi le ascolta.

Un saluto ai vocal coaches e a Luca Tommassini e si prosegue (velocità notevole questa sera). Claudio canta “My immortal”. Arisa non si ricorda il brano lì per lì, ma assicura che la sua è una voce da “arrizzamento di carni”. Ed è così, un timbro profondo, da brividi, oltre ad un’intonazione notevole. La Ventura lo definisce una testa di serie, Elio è quello che frena di più: “avete puntato sulle atmosfere, io non l’avrei fatto”.

Dopo un inizio così intenso si spezza un po’ il ritmo con un video sui giudici. Dopo un inizio da amiconi, ora comincia la competizione anche tra di loro. E non vedo l’ora di vedere Morgan perdere per la prima volta.

Il primo Under Uomo in gara è Vincenzo, con “Azzurro”. Un po’ sprecato il brano da karaoke della terza età per una voce sicuramente interessante, ma Vincenzo cerca di darle un certo spessore. Complice il livello di questa manche, forse è quello un gradino sotto gli altri. Per Elio, Morgan usa i ragazzi come cavie per i suoi esperimenti.

Cattelan ci mostra il retropalco, un tunnel che collega il palcoscenico a una saletta dove i cantanti rimangono prima di esibirsi. Tra loro c’è anche Miguel Bosè. In che manche si esibisce?

Tocca a Francesca, con “Someone like you” di Adele. Per quanto, rimanendo in tema di donne grasse con il vizio del fumo sarei stato più propenso a farle cantare “Set fire to the rain”, se la cava molto bene anche lei. Eccezionale su bassi e falsetto, così così sul registro medio alto. Morgan ha paura di cercare “il pelo nel pagliaio”. O l’ago nell’uovo, certo. Simona difende la scelta del brano: non ha voluto che fosse bollata subito come sperimentale.

La prima manche si chiude con Rahma, della categoria di Arisa. Rahma canta “Street life”. Riempie pochissimo il palco, le avrei messo una coreografia carina accanto. Bella voce, ma rischia di rimanere un po’ anonima. Morgan saluta la Maionchi ed è soddisfatto dell’esibizione, un po’ come tutti gli altri giudici.

Cattelan manda il video-riepilogo delle sei esibizioni e chiude il televoto alle 22.16. È il momento dei Kasabian, band rock inglese che ha venduto oltre un milione di dischi con il loro ultimo prodotto. “Days are forgotten” il singolo in promozione questa sera. In questa curiosa band spicca un incrocio tra Francesco de Le Vibrazioni e Nevruz, Angel di Buffy, uno dei Beatles e un ex Boyzone con l’alopecia.
Finalmente un conduttore che può accogliere i suoi ospiti parlando direttamente in inglese; ci prova anche Morgan ma l’effetto è molto “the pen is on the table”. I Kasabian ringraziano il pubblico italiano, che potrà assistere al loro concerto all’Alcatraz di Milano.
Cattelan presenta Novaresi e la Lodigiani, che attendono nel cubo dell’Xtra Factor, da cui ci faranno compagnia da un secondo dopo la diretta per un’ora. Ospite della serata sarà la mitologica Fiocco di Neve, di cui fanno vedere anche alcuni commenti al vetriolo su Simona Ventura e Arisa presi direttamente da un suo video di Youtube.

Siamo al primo verdetto della serata: il meno votato andrà direttamente al ballottaggio. Passano il turno: Vincenzo, Nicole, Claudio, Francesca e le Caffè Margot. RAHMA AL BALLOTTAGGIO. Arisa “non è d’accordo… per niente!”. Il carisma di un adesivo per gengive. Simona, in tutta onestà, dice di non aver mai visto una manche di questo livello, molto difficile quindi scegliere il peggiore.

Passata la prima metà di serata, si va avanti con la seconda manche. I restanti sei si esibiranno in quest’ordine: Valerio, I Moderni, Antonella, Jessica, Davide e Le 5. Aperto il televoto alle 22.37.

Valerio “il mammone” è il primo del nuovo gruppo. Irriconoscibile con un look che gli restituisce in un colpo solo capelli, occhi e credibilità. Bravo, molto. Morgan si scalda un po’ nel difendere il suo ragazzo, duellando prima con Elio e poi con Simona.

Elio ha cambiato il nome dei Free Chords rendendoli I Moderni. I quattro cantano “Overdose d’amore” un po’ in stile “Il cerchio della vita”, ma con molta energia. Arisa, mai in serata finora, cerca di tirar fuori le unghie: “ho sentito un po’ di imprecisioni”. Gli altri giudici, invece, hanno solo impressioni positive. Il gruppo parla degli altri papabili nomi prima di questa infausta scelta. Qualsiasi cosa sarebbe stata meglio de “I moderni”. Sì, pure “I tombini”.

Bosè si accomoda tra i 4 giudici e ci allieterà con i suoi giudizi per il resto della serata. Morgan, nel frattempo, mangia.

È il turno di Antonella, che sfoggia una voce originalissima, precisa ma non banale insieme a un’immagine di sicuro impatto. Morgan, Simona ed Elio, complice l’ottima assegnazione di Arisa, hanno solo pareri positivi. Bosè è visibilmente su di giri.

Miss Jessica “Eeeh?” Mazzoli is next on the stage. La sua versione di “Caffè nero bollente”, che già la fece rivalutare agli Home Visit, è incisiva, sicuramente grezza come lei, ma convincente. Elio si espone molto e la definisce ‘potenziale vincitrice’. Bosè rivela di essere stato il suo personale porta fortuna dietro le quinte.

Davide canta “My way”. Scelta particolare per la risposta italiana a Kurt di Glee. Molto teatrale, soprattutto all’inizio. Il pezzo perde di senso dalla svolta disco a metà esibizione. Tanto tenero lui, poco convincente, però, come concorrente. “Ti ho trovato molto intonato”, dice Morgan. “All’inizio era calante”, replice gelida Arisa.

L’ultima esibizione è quella de Le 5, un gruppo un canale del digitale terrestre. All’estero le girlband sono delle figaccione mezze nude col carattere di Simona Ventura e il fisico di Belen, qui sono delle cassiere dell’Esselunga con un modo di cantare da coro dell’oratorio. Stasera sorprendono avventurandosi su un pezzo più moderno. Colorate, precisissime, ottima capacità di movimento sul palco.

Video riepilogo e televoto chiuso al volo (23.37), la vedo dura per chi si esibirà per ultimo ogni volta. Si parla del tilt: in caso di parità nella decisione dei giudici, ci saranno 200 secondi di televoto per decretare l’eliminato. Congedato Miguel Bosè, c’è il secondo verdetto. Passano alla seconda puntata: I Moderni, Antonella, Davide, Jessica e Valerio. LE 5 AL BALLOTTAGGIO CONTRO RAHMA

BALLOTTAGGIO

Arisa fa polemica: “Subito dopo che ha cantato Rahma, il televoto è stato chiuso, non ha avuto possibilità”. Rahma si unisce: “la stessa cosa è successa alle mie amiche”.
Rahma canta i Jackson 5, Le 5 i Beach Boys. Lotta tra boyband, brave tutte. Per chiudere, “Se c’è una cosa che mi fa impazzire” e “Come foglie” sono i brani scelti per l’esibizione a cappella.
Pochi secondi di riflessione e via al voto dei giudici:
Arisa elimina LE 5
Elio elimina RAHMA
Morgan elimina RAHMA
Simona Ventura elimina RAHMA

Rahma è la prima eliminata di X Factor 5, linea all'Xtra Factor.
realityhouse

Continua a leggere...

giovedì 17 novembre 2011

Su Facebook foto porno e violenze Dietro l'attacco l'ombra di Anonymous

MILANO – Justin Bieber in posa erotica oppure la foto brutale di un cane vittima di maltrattamenti: sono solo due delle immagini porno e di natura violenta che hanno invaso il profilo di molti insospettabili utenti del social network blu in queste ultime ore. Nel riepilogo delle ultime attività degli utenti sono comparsi infatti fotomontaggi di personaggi famosi in pose imbarazzanti, link a contenuto pornografico, immagini di auto-mutilazioni, video violentissimi e immagini riprovevoli come quelle di abusi su animali. Secondo il management di Fb farebbero parte di un attacco coordinato di spamming ai danni del popolare sito, ma chiaramente le indagini non sono ancora approdate a una verità certa. sospetti ricadono ora sul collettivo di hacker Anonymous, che già da giorni sta profetizzando l’imminente fine di Facebook, di alcune banche e di altri poteri simbolici. Il 5 novembre in un video il gruppo aveva dichiarato di voler celebrare il Kill Facebook Day (che in questo caso sarebbe arrivato dunque con dieci giorni di ritardo) attraverso un post su YouTube e grazie a un virus molto sofisticato messo a punto da una cellula dello stesso gruppo. La scelta del giorno non sarebbe causale: proprio in questa data infatti, nel 1605, l’attivista inglese Guy Fawkes, di cui i famosi hacker indossano la maschera e al quale si ispirano, ideò un complotto che passò alla storia come la «Congiura delle Polveri» (Gunpowder Plot), tentando di rovesciare il parlamento inglese. Il piano, progettato da cattolici inglesi a danno dello scozzese re Giacomo I di Inghilterra, aveva l'obiettivo di uccidere in un colpo solo il re, la sua famiglia e gran parte dell’aristocrazia protestante. Le uniche perplessità riguardano il modo in cui l’attacco è avvenuto, considerato differente dalle solite modalità adottate da Anoymous, nonché il ritardo rispetto al giorno indicato.

COME HA FUNZIONATO L’ATTACCO – Gli hacker avrebbero forzato le password meno sicure e sarebbero riusciti a conquistarsi l’accesso alle informazioni di molti iscritti sfruttando delle finte finestre di chat (che da tempo vengono segnalate su Fb). Gli utenti sarebbero dunque stati attratti da link falsi che promettono di raccontare una storia qualunque e che, una volta cliccati, aprono una serie di immagini porno hardcore o di violenza. «Tutelare gli utenti dallo spam e dai contenuti pericolosi è una delle priorità per noi. Stiamo cercando di migliorare i nostri sistemi per isolare e rimuovere i materiali che violano le condizioni di utilizzo del sito», ha dichiarato Andrew Noyes, responsabile della sicurezza del social network.

CONSEGUENZE – Facebook ha dichiarato alla webzine Cnet di essere a conoscenza dei responsabili e di aver messo al lavoro il proprio team di legali. Inoltre ha diffuso una sorta di guida alla frequentazione sicura del proprio sito, corredata da una serie di raccomandazioni rivolte agli utenti. Ma le conseguenze dell’invasione violenta di Fb si fanno già sentire, soprattutto in termini di reputation. Basta leggere l’hashtag di Twitter #facebookporn: «Facebok è una porcheria: voglio tornare a MySpace», «Non mi piace facebookporn, mi sposterò su GooglePlus», «Facebook sta diventando come chatroulette». Ma c’è anche chi spiritosamente ha dichiarato: «Mi sento tagliato fuori da tutta questa storia. A me non è arrivata alcuna immagine inappropriata. E pure, credetemi, le ho cercate».
corriere.it

Continua a leggere...

mercoledì 16 novembre 2011

Conti in rosso, crolla Finmeccanica

MILANO - Giornata da dimenticare per Finmeccanica, che archivia nove mesi in perdita e segna in Borsa un tonfo del 20%, cui si aggiunge la previsione di chiudere l'intero anno in profondo rosso e di non distribuire alcun dividendo. Di fronte al calo di ordini e ricavi e al lievitare dell'indebitamento, il gruppo ha deciso di correre ai ripari con un piano di dismissioni per circa un miliardo di euro da portare a termine entro la fine dell'anno prossimo, per uscire dai settori non strategici, come trasporti ed energia, e consolidare gli asset essenziali. Ad essere cedute saranno quindi attività nel settore civile, nell'elettronica per la difesa e la sicurezza e partecipazioni di minoranza, compresa quella del 14% in Avio.IL PRESIDENTE NON VA AL CDA - Piano e risultati sono stati approvati lunedì da un cda disertato dal presidente Pier Francesco Guarguaglini, che però ha firmato i conti dei nove mesi. Un'assenza che ha alimentato voci di uno scontro in atto con l'amministratore delegato Giuseppe Orsi che, arrivato a Piazza Monte Grappa nel maggio scorso, è ancora affiancato da manager delle controllate nominati da Guarguaglini. Ma Orsi getta acqua sul fuoco: Guarguaglini ha deciso di non prendere parte alla riunione ma «niente è cambiato», ha assicurato l'ad, riconoscendo meriti al management che in questi anni ha fatto crescere l'azienda e aggiungendo che un cambio al vertice al momento non è nelle previsioni. Ma potrebbe essere solo rinviato dopo gli sviluppi legati al nuovo governo Monti.

ANSALDOBREDA IN VENDITA - Ma nel futuro di Finmeccanica c'è anche il deconsolidamento di AnsaldoBreda, per la quale al momento si studia una partnership, in vista della dismissione della società o, se necessario, addirittura di tutto il settore ferroviario, compresi quindi i servizi di segnalamento di Ansaldo Sts. Quello per la vendita di AnsaldoBreda è infatti un «impegno assoluto», ha spiegato l'amministratore delegato, Giuseppe Orsi, e se le società internazionali che hanno finora mostrato interesse, dovessero porre come condizione quella di acquistare tutte le attività ferroviarie del gruppo, Finmeccanica potrebbe allora «prendere in considerazione la cessione dell'intero settore».

GIORNATA NERA IN BORSA - Le notizie arrivate di prima mattina hanno gettato nel panico la Borsa, dove il gruppo ha vissuto martedì una vera giornata di passione. All'avvio delle contrattazioni, il titolo non è riuscito a fare prezzo e una volta riammesso, è arrivato a perdere oltre il 16% e tra diversi passaggi in asta di volatilità il titolo ha ceduto il 20,33% finale a 3,57 euro.

I PRIMI NOVE MESI - I conti dei nove mesi sono del resto ben poco rassicuranti. Il risultato netto al 30 settembre è negativo per 324 milioni, rispetto ai 321 milioni di utili dello stesso periodo dello scorso anno. Sono peggiorati ebita Adjusted e ebit. I ricavi sono diminuiti del 5%, scendendo a 12,2 miliardi, e gli ordini hanno registrato un calo del 21% a 10,6 miliardi. Da qui la scelta di ridurre gli investimenti, di procedere con le dismissioni per un miliardo (ma l'ammontare complessivo considerato dal gruppo è anche maggiore) e di non distribuire dividendo. Una cedola che lo scorso anno era ammontata a 41 centesimi, portando nelle casse del Tesoro 72 milioni di euro.

LE PREVISIONI - Non solo, l'intero 2011, ha annunciato Orsi, sarà anche peggiore, con una perdita «significativamente superiore» ai nove mesi. In compenso, grazie ai benefici del piano di ristrutturazione, nel 2012 migliorerà l'ebita e si ridurrà drasticamente l'indebitamento, oggi oltre 4,6 miliardi. L'obiettivo è quello di portarlo a una cifra compresa tra i 2,4 e 2,6 miliardi entro la fine dell'anno prossimo. «Sono convinto - ha aggiunto Orsi - che Finmeccanica torni in positivo nel 2012». I numeri non hanno placato le tensioni all'interno del gruppo, anche se Orsi minimizza l'assenza di Guarguaglini: il presidente «ha deciso di non prendere parte alla riunione, ma nulla è cambiato. Credo - ha detto l'ad - che condivida il piano». (fonte Ansa)

Continua a leggere...

domenica 13 novembre 2011

Formigoni fa il dito medio ai contestatori


Qui il sommarioQui il resto del post
Ho reagito a offese personali- dirà poi a Sky Tg24 - ma ho sbagliato, non avrei dovuto farlo.
Con questa frase si capisce da chi siamo governati gente che reagisce e poi si pente,
non saranno tutti devoti a San Francesco.

Continua a leggere...

Amici 11 puntata del Sabato 12 Novembre 2011

È Emma Marrone, vincitrice dell’anno scorso e no, smettetela, nessuno ha vinto dopo di lei, ad aprire il secondo speciale di Amici. Emma presenta il secondo singolo tratto da “Sarò libera”, ovvero “Tra passione e lacrime”. La crisi c’è e si sente: se Marco Carta veniva letteralmente seppellito di peluche, Emma riceve solo un tigrotto, probabilmente rubato dal camerino di Garrison, e un fenicottero. Emma si esibisce live e non sbaglia un colpo. Poco prima della pubblicità, saluta i nuovi ragazzi e fa loro il suo personale in bocca al lupo.

Prima sfida a squadre, giudicata dal televoto. Maria apre il televoto alle 14.17, subito aiutata da Zanforlin per i dettagli tecnici. La squadra che perde vedrà 1-2 elementi della propria squadra andare in sfida. I professori potranno stoppare l’esibizione di un concorrente, ma un altro professore potrebbe rialzare la leva facendo ripartire la musica.Prima sfida: Caterina (BLU) vs Nunzio (VERDE) sul pezzo scelto da Cannito. Garrison tesse le lodi del suo ballerino, definendolo basso e brutto. “Non è una cosa fatta contro Nunzio”, dice il coreografo dei blu. Caterina balla bene e non ha problemi a concludere l’esibizione, mentre Nunzio stupisce in positivo e ciò gli viene riconosciuto dallo stesso giudice avversario.

Seconda sfida: Valeria (VERDE) vs FRANCESCA (BLU) sui rispettivi cavalli di battaglia. Valeria canta “Chasing pavements” imitando malamente Adele quando, da ubriaca, finge di avere un accento scozzese. Francesca risponde, naturalmente, al pianoforte con “Creep” dei Radiohead. Il piano viene abbandonato subito per cantare a centro palco. Alcune incertezze, note tremolanti. Per essere la sfida tra le due favorite al trono la delusione è notevole.

Terza sfida: GIUSEPPE (BLU) vs JOSÈ (GIALLO) con altri cavalli di battaglia. Abbiamo capito il leitmotiv della giornata. Giuseppe balla sulle note di “Hold it against me”. Stupiscono sempre le scelte musicali da maschione d’officina per le coreografie di questo ragazzo. I gialli esordiscono quest’oggi col Don Chisciotte di Josè. Sveglia puntata alle 14.37.

Parziale del televoto: i verdi sono nettamente avanti, mentre i gialli hanno preso circa 3 voti.

Quarta sfida: CARLO (GIALLA) vs GERARDO (BLU) vs MARCO (VERDE), tutti e tre fanno il pezzo proposto da Grazia di Michele. Carlo Alberto (che tra l’altro è in jeans, dove sono finite le tutone?) si divora letteralmente i suoi due avversari. Gerardo Tracheite Pulli va spesso fuori tempo e fatica ad arrivare alle note, così Grazia decide di fermare la sua esibizione. Mara scende in campo in difesa del suo cantante, ma la Di Michele non si fa intimorire: “Gerardo non ha proprio studiato il pezzo”. E proprio quando si pensava che nessuno potesse fare peggio di Gerardo, arriva Marco, alias Shaggy di Scoobie Doo, che si vede tirata giù la leva a pochi secondi dall’inizio. La leva, però, è andata giù da sola per un errore tecnico.

Quinta sfida: ALESSIA (GIALLA) vs CLAUDIA (BLU). La Fucsia canta “L’amore si odia”, mettendo in luce problemoni non da poco sui bassi. Claudia, sul suo cavallo di battaglia, “Respect” è molto più convincente. Viene il dubbio non possa allontanarsi da questo genere, ma oggi è stata bravissima.

Sesta sfida: VERONICA (VERDE) vs YUNIESKA (GIALLA) nel pezzo di Garrison, “Turning tables”. Un omaggio continuo ad Adele, non oso immaginare cosa accadrebbe se davvero non potesse cantare più per il suo problema alle corde vocali. “Lo sguardo cattivo ma non cattivo” di Veronica nei confronti della Celentano arriva a destinazione come previsto dalla coreografia, mentre Yunieska viene bloccata da Garrison. Cannito rialza la leva, ma non si ricomincia subito a ballare, si perde tempo a far litigare i coreografi. Yunieska riballa, Garison la riblocca. “Non puoiii” urla Maria. A sua discolpa, c’è da dire che la ragazza era totalmente fuori tempo. Al terzo tentativo la ragazza può finire, ma le inquadrature sono tutte per Garrison e la Celentano che discutono sbracciandosi vistosamente.

Settima sfida: OTTAVIO (GIALLO) vs PAMELA (VERDE). Ottavio canta “Home” di Bublè, lei risponde con “Sei nell’anima”. Grossa fantasia nelle assegnazioni eh? Bravi entrambi.

Alle 15.18 viene chiuso il televoto.

Prima di dare il risultato c’è spazio al marchettone del libro di Luca Zanforlin. Se scrive romanzi come scrive regolamenti di programmi televisivi, siamo a posto. Risultato del televoto: SI SALVA LA SQUADRA GIALLA, seconda classificata quest’oggi col 34%. VINCE LA SQUADRA BLU COL 37%, PERDE LA VERDE COL 29%.

Uno o due membri della squadra verde andranno in sfida settimana prossima, mentre la sfida sarà giudicata da un commissario esterno e non, come paventato, dal televoto.
realityhouse

Continua a leggere...

O BELLO.... CIAO!!!




Berlusconi si è dimesso.

Gli è andata fin troppo bene:

A causa della crisi,la folla non ha potuto lanciargli tante monete.

Continua a leggere...

sabato 12 novembre 2011

Piccoli Jobs crescono, arrivano i 12enni Thomas presenta le sue applicazioni alla conferenza Ted Dirige una società di software che si chiama CarrotCo

Thomas Suarez ha appena 12 anni. Non può ancora iscriversi a Facebook perchè l’età minima per aprire un profilo sul social network è di 13 anni. Ciò nonostante, il ragazzino di South Bay, in California, ha già fondato una sua società di software e sviluppa diligentemente applicazioni per iPhone, iPad e iPod touch. In questi giorni è stato invitato a parlare alla rinomata conferenza Ted. Una lezione divertente, coraggiosa e degna di nota.

MINI JOBS - Camicia azzurra, tablet in mano, auricolare con microfono al collo, padronanza del palco: alla vista di questa straordinaria presentazione è probabile che il fondatore di Facebook, Mark Zuckerberg, 27 anni, si senta già troppo vecchio. Capirà, forse, che ben presto dovrà farsi superare da uno dei tanti nuovi talenti della tecnologia. Tutti giovanissimi, come il dodicenne Thomas Suarez, già ribattezzato da qualcuno il «mini Jobs». La società che dirige si chiama CarrotCorp e due delle sue applicazioni si possono già acquistare dagli App Store di Apple. «Earth Fortune» è un programma gratuito che mostra differenti colori della Terra e offre agli utenti una previsione sulla fortuna della giornata; il divertente giochino arcade «Bustin Jieber» (a 99 centesimi), invece, è basato sul concetto di whac-a-mole e prende in giro il popolare cantante canadese idolo dei giovanissimi. MESSAGGIO - La grande passione di Thomas sono sempre stati i computer. Sin dai tempi dell'asilo è impegnato a sviluppare nuove tecnologie. Il ragazzino non si tira indietro nemmeno quando c’è da parlare di fronte ad un vasto pubblico di adulti. E lo fa con grande capacità. Come peraltro dimostra la sua recente performance ad una conferenza TEDx a Manhattan Beach, uno di quegli eventi indipendenti che si propongono di riunire persone per condividere un'esperienza simile a quella che si vive con i noti TED (Technology, Entertainment, Design). Nel corso di questi appuntamenti i relatori sono invitati a raccontare le loro innovative idee in presentazioni di massimo 18 minuti. Il messaggio del giovane americano è chiaro: i bambini che vogliono imparare a suonare il violino, prendono lezioni di musica. I bambini che vogliono giocare a calcio, si allenano in una squadra di calcio. Ma cosa fanno quei bambini che vogliono programmare un’app? «Sviluppare i giochi è assai difficile - ammette il giovane - perchè la maggior parte dei ragazzi non sanno a chi rivolgersi». E sottolinea: «Non sono poi così tanti i genitori che hanno già sviluppato delle applicazioni».

CONDIVISIONE - Il suo grande idolo, e non poteva essere altrimenti, è Steve Jobs. Non a caso ha dato il nome CarrotCorp (carota) alla sua azienda. Sempre ispirandosi al guru della Apple ha fondato un club per sviluppatori di applicazioni nella sua scuola elementare. Durante il suo discorso il giovanissimo spiega di voler creare ancora molte applicazioni in futuro; oltre a iOS di Apple intende occuparsi anche del sistema operativo Android di Google. La cosa importante però, sottolinea Thomas, è che la conoscenza possa essere condivisa con gli altri studenti.

Continua a leggere...